02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Legge islamica ignorata: “Duecentomila alcolisti in Iran” ... Autorizzata l’apertura di un centro di disintossicazione ... Nonostante sia un Paese islamico dove l’ubriachezza è punita con l’impiccagione, in Iran il consumo di alcol è diffuso al punto che è stata preannunciata l’apertura a Teheran di un centro per la cura degli alcolizzati. L’annuncio è stato dato dal direttore generale del Dipartimento per la prevenzione e la cura delle dipendenze dell’Organizzazione per il Welfare iraniano, Farid Barati. L’alcolista verrà tenuto nel centro 25-30 giorni. Secondo il capo della polizia ci sono 200mila alcolisti nel paese. Nonostante il divieto imposto con la Rivoluzione del 1979, negli ultimi anni in Iran il consumo è aumentato notevolmente e ci sono stati numerosi arresti di autisti ubriachi cui vengono inflitte multe di due milioni di Rial, equivalenti a 50 euro, circa un quarto dello stipendio di una segretaria. In Iran chi viene arrestato per ebbrezza alcolica rischia dapprima un’ammenda o frustate e, alla terza infrazione, la pena di morte per impiccagione. Solo le minoranze cristiana e ebraica possono bere alcol, ma a porte chiuse. I maggiori consumatori fra gli islamici sarebbero nella fascia di età tra i 17 ed i 35 anni grazie anche al contrabbando che sembra fiorire soprattutto attraverso la frontiera del Kurdistan iracheno. A Teheran circolano vini francesi o bulgari di bassa qualità e superalcolici di migliore fattura. Si stima in circa 60-80 milioni i litri di alcolici contrabbandati ogni anno nel paese senza contare le bevande distillate o fermenta- te di nascosto creando rischi per la salute: nello scorso anno persiano terminato a marzo, in Iran almeno 102 persone sono morte per alcolici fatti in casa.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli