02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

De Biasio e, la pizza degli avi. Polemica in punta di forchetta … Il sindaco di New York sotto accusa perché la mangia con le posate ... Quest’anno nuovo si annuncia bene. I grandi politici vengono presi dai fotografi in flagranza di reato. Hollande a Parigi è stato beccato mentre faceva portare i croissant alla sua probabile amante, lì a un passo dal palazzo presidenziale. De Blasio, il sindaco di New York, mentre mangiava la pizza con la forchetta e il coltello. Il sospetto d’un comportamento sibarita da parte del sindaco ha immediatamente serpeggiato. Mentre accettano che le patatine fritte siano francesi e le chiamano french fries, gli americani sono convinti d’averla inventata loro, la pizza, esattamente come i prime ribs e l’hamburger, che sarebbe la carne trita dei tedeschi nel panino morbido dei siciliani. Tutta roba da pionieri che si mangia con le mani. Non sono al corrente del fatto che mentre la pizza originaria, quella povera di solo pane olio e pomodoro minimale si piegava in quattro e si mangia con le mani, già quella arricchita con il basilico per renderla tricolore e dedicarla alla regina Margherita veniva mangiata a corte con il rispetto delle posate. Errore storico quindi il loro, anche se la gran dama d’Italia sosteneva che così andava mangiato il pollame: «La Regina Margherita mangia il pollo con le dita». Ma non la pizza. In realtà la forchetta non è questione banale. È questione politica. Il nostro Medioevo era assai rustico e sarebbe piaciuto agli yankees: a tavola si usava il cucchiaio e il coltello, per il resto le mani andavano benissimo. Fu Caterina de Medici, quando nel 1533 andò in sposa a Enrico Il re di Francia, a portare alla corte parigina l’uso di quel bizzarro attrezzo che chiamiamo forchetta. La stessa propaganda a favore della forchetta la fece Ferdinando IV di Napoli, forse perché discendente dal Re Sole che ormai alla forchetta non poteva più rinunciare.
Nel Presepe di Caserta, luogo di propaganda della nuova agricoltura fisiocratica alla quale dobbiamo le mozzarelle, il pomodoro san Marzano e la prima produzione industriale di pasta alimentare, ebbene proprio lì con abile senso di comunicazione moderna fece rappresentare un contadino campano che arrotolava abilmente con la forchetta gli spaghetti con la pommarola in coppa. D’una cosa l’Italia può essere fiera: ha lanciato nel mondo tante utili mode, compresa quella della forchetta. Grazie quindi al sindaco di New York che del Bel Paese rilancia una immagine di civiltà!
Philippe Daverio

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli