02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

I sudafricani entrano a casa di Monna Lisa. Al Chiantishire un assegno da 30 milioni ... Dopo i cinesi, arrivano i sudafricani. L’invasione del Chiantishire continua con un altro pezzo da novanta di vigneti tra Firenze e Siena che passa in mani straniere. La tenuta trecentesca di Vignamaggio a Greve in Chianti, oggi agriturismo di lusso, costruita dalla famiglia Gherardini a cui apparteneva Lisa, la modella della Gioconda di Leonardo Da Vinci, è stata acquistata da un gruppo di imprenditori che ai diamanti hanno preferito il color rubino del vino. La notizia rilanciata su internet da WineNews è stata confermata dal direttore generale del Consorzio del Chianti Classico, Giuseppe Liberatore, sempre aperto a chi valorizza un prodotto e un territorio unici.. La dimora di proprietà dal 1988 dell’avvocato Gianni Nunziante, conta 42 ettari di vigneto a Chianti Classico sui 160 di un’estensione totale, che può contare anche su 11 ettari di oliveti, e sarebbe stata ceduta per una cifra che, stando a stime di esperti, potrebbe aggirarsi sui 30 milioni. Un grosso investimento che rappresenta un ottimo affare, date le quotazioni della zona. L’azienda, da quanto si è saputo, sarà condotta dalla nuova proprietà seguendo un “know how” francese. L’arrivo del gruppo sudafricano fa seguito all’acquisto per la prima volta nel 2013 di un’altra tenuta di Greve, La Ripintura, da parte di un imprenditore cinese della farmaceutica di Hong Kong, a conferma della capacità dell’agricoltura italiana di attirare stranieri la cui presenza è aumentata dell’11% dal 2007, secondo i dati di Coldiretti. Vignamaggio, con la sua unicità, è. salita alla ribalta già nel 1993 per essere stata la location del film di Kenneth Branagh “Molto rumore per nulla”, con un cast stellare da Denzel Washington a Emma Thompson, da Michael Keaton a Keanu Reeves.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli