02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Ornellaia, un vino più sicuro dell’oro. La Vendemmia d’Artista all’asta da Sotheby’s ... “La nostra è un’azienda piccola ma unica, nasce dall’amore per il territorio e dall’impegno con cui il nostro team lavora. E la grande opera d’arte che è Ornellaia si sposa anche quest’anno con un artista, il canadese e poliedrico Rodney Graham, fotografo, poeta, compositore”.
Il marchese Ferdinando Frescobaldi presidente di Ornellaia ha presentato a Milano, nella storica sede di Sotheby’s la sesta edizione di Vendemmia d’Artista dedicata all’annata 2011 e intitolata “L’Infinito”. Con lui anche l’attrice Laura Chiatti, testimonial dell’evento.
Il progetto ha raccolto dal 2009 ad oggi, e donato, più di un milione di euro a fondazioni internazionali legate al mondo dell’arte. Di Sotheby’s l’egida dell’asta di 9 lotti unici di grandi formati in una serata che si terrà il 12 giugno all’Art Gallery of Ontario di Toronto a cui saranno destinati i proventi. Rodney Graham ha lavorato sul tema dell’Infinito componendo alcune poesie singolarmente firmate in originale che vestono 111 grandi formati di Ornellaia: 100 bottiglie doppio Magnum (3 litri), 10 bottiglie Imperiali (6 litri) e un’unica Salmanazar (9 litri). Le poesie sono state poi stampate sulle etichette con tecniche tipografiche tradizionali e artigianali.
“Con l’annata 2011, Ornellaia torna all’espressione tipicamente mediterranea del territorio bolgherese - ha sottolineato l’enologo Axel Heinz -. Un’annata intensamente soleggiata e asciutta ma senza nessun eccesso”. E sempre Graham ha creato per Ornellaia una grande opera su cui spicca una quercia rovesciata.
“Le quotazioni dei vini italiani sono in aumento - ha spiegato Stephen Mould, direttore del dipartimento vino europeo Sotheby’s - salendo costantemente dal 2009 e sempre più apprezzati dai collezionisti di tutto il mondo. Tra il 2010 e il 2011 è soprattutto la piazza di Hong Kong ad aver segnato un record di battiture. Inoltre l’asta di Ornellaia da Sotheby’s New York nel 2013 ha visto il 100% del venduto dei lotti e ha rappresentato la più importante vendita divino italiano proveniente direttamente da un’unica Tenuta”. E Ornellaia è risultata tra i vini di eccellenza a livello internazionale con i rendimenti in crescita più costanti nel tempo. Le sue quotazioni medie sono raddoppiate dal 2007 ad oggi. “I 100 migliori vini italiani - ha spiegato Armando Branchini, economista dell’Università Bocconi di Milano - hanno realizzato le performance migliori in confronto a tutti i vini del resto del mondo e l’indice economico di sharpe pone Ornellaia come il vino a più bassa volatilità, segno che acquistare una bottiglia di Fine wine Bolgheri è un investimento costante nel tempo e anche sicuro visto che negli ultimi anni è risultato addirittura più solido di tutti i principali beni rifugio quali oro e petrolio”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli