02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Vinitaly mette in vetrina l’eccellenza anti crisi ... Numeri da record per il vino italiano (nei primi 11 mesi del 2013 l’export ha superato i 4,6 miliardi di euro, a consuntivo saranno più di 5) e numeri da record per Vinitaly (dal 6 al 9 aprile a VeronaFiere), il più grande salone mondiale dedicato al vino e ai distillati capace di attrarre oltre 50mila operatori esteri da 120 Paesi. Internazionalizzazione, export, bio, formazione : sono queste le parole chiave della 48 edizione presentata a Roma con il neoministro Maurizio Martina (foto Newpress) in veste di ospite d’onore. Il vino italiano guarda aI mercato mondiale “di cui Vinitaly vuole essere sempre più sistema e piattaforma” dice il presidente di VeronaFiere Ettore Rielio. Anche per sostenere un settore che, da anni, va storicamente in controtendenza rispetto all’economia nazionale. “Raffrontando il Pil e l’export di vino dal 2001 al 2012 - dice Giovanni Mantovani, dg VeronaFiere - abbiamo visto che nel 2001 il Pil cresceva dell’1,9% mentre l’export cresceva del 5,5%. Nel 2012 il Pil scendeva del 2,5% mentre l’export continuava a crescere del 6,5%”. Questi numeri dicono “che si può lavorare ancora moltissimo”, dice il ministro Martina, “a partire dal tema dell’Expo 2015 e dell’export, perché se 5 miliardi di euro sono importanti, non ci si può accontentare”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli