02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Cantine aperte, la Toscana brinda. Un sorso di business nel bicchiere ... C’è chi offre agli ospiti una “lezione
con il contadino”, come Giuseppe
Marini a Pistoia, chi invece
punta sulle passeggiate a cavallo:
pony per bambini al Borro dei Ferragamo
a San Giustino Valdarno,
escursioni nel parco a 8 euro o più
lunghe a 20 euro da Bichi Borghesi
a Casole d’Elsa. In Lunigiana si
punta sui castelli, sulle ville, ma anche
- grazie al progetto Vetrina
Toscana della Regione - sulle erbe
spontanee, grandi protagoniste
della cucina locale, elaborate in
pranzi e cene a tema da chef come
le Casarine di Homefood. Si può
assistere a dimostrazioni di lavorazione
della terracotta, come alla
Tenuta Varramista di Pontedera,
o imparare a fare a mano i pici, alla
Braccesca degli Antinori a Cortona,
o ancora trascorrere una giornata
all’insegna del relax e del divertimento:
a Montalcino, la tenuta
Corte Pavone dei Loacker (eh
già, proprio quelli dei biscottini...)
propone assaggi e pranzi, ma
anche musica rilassante, un quiz a
premi, disegni per i bambini, in linea
con lo stile rigorosamente biologico
della casa.
Tutti in vigna. E’ l’invito a un
week end en plein air, quello che il
Movimento per il Turismo del vino
toscano ripete da 21 anni l’ultimo
week end di maggio. Si chiama
`Cantine Aperte’, è il primo dei
quattro-cinque grandi appuntamenti
(non dovunque si celebra
quello di settembre) con cui il
mondo del vino chiama gli enoturisti
e gli appassionati a un assaggio,
a una degustazione (in questo
caso qualcuno potrebbe far sentire
anche campioni di botte dell’ultima
vendemmia...), sempre condito
con tante belle iniziative da vivere
all’insegna di una giornata serena.
Sono 53, in Toscana, le aziende e
le cantine che oggi e soprattutto
domani aprono le porte ai visitatori,
con programmi più o meno articolati,
che si possono consultare
sul sito del Movimento (www.mtvtoscana.com). Ma a fianco ci
sono anche le istituzioni. Come la
Regione, che promuove appunto
con il progetto “L’arte del gusto.
IL gusto dell’arte” attraverso Vetrina
Toscana due giorni di incontri
& assaggi tra Massa e Fosdinovo a caccia di curiosità culturali e gastronomiche
in abbinamento con
l’apertura di alcune cantine della
doc Colli di Luni. A San Giovanni
d’Asso, invece, protagonista è ovviamente
il tartufo delle Crete Senesi,
che si abbina con le degustazioni
del vino Orcia doc.
E c’è spazio anche per i quattro
zampe, in questa edizione di “Cantine
Aperte”, che diventa “pet
friendly” e offre agli amici dei visitatori
ciotole d’acqua in abbinamento
a gustosi croccantini, e la
possibilità di scorrazzare e spaziare
con i padroni a giro per le vigne
e gli spazi aperti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli