02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Vino firmato LaChapelle. Un’opera come etichetta ...
“Ogni attività umana, se raggiunge
un’alta perfezione, può diventare arte. Il mio
maestro Andy Warhol diceva infatti di amare`
the art of business’. Il lavoro che viene fatto
sul vino a Rocca di Frassinello è talmente
elevato da essersi trasformato in arte. Gli
ingredienti sono gli stessi: intuizione e tecnica
”. L’artista di fama internazionale David
LaChapelle ha inaugurato ieri in anteprima
mondiale la sua opera. Un’opera nata
dall’ispirazione avuta trovandosi nella cantina
disegnata da Renzo Piano durante un soggiorno in Mare. E da questa opera è nata
una preziosa etichetta per il vino della Mare.
Si è celebrata così una collaborazione
speciale tra Rocca di Frassinello, sorta
dalla joint venture fra Castellare di Castellina
e Domaines Barons de Rothschild, e David
LaChapelle. Appena rientrato dal viaggio
in Toscana, nel suo studio di Los Angeles,
l’ispirazione per il Fellini della fotografia
è stata immediata. “Dovevo assolutamente
esprimere in immagine - racconta LaChapelle
- il rispetto per il vino e la sua storia,
l’estetica, l’umiltà e la ricerca di perfezione,
la stessa del fare arte, che ho avvertito tra le
persone al lavoro nella cantina progettata da
Renzo Piano”.
È sbocciata “Rapture of the Grape”,
l’opera realizzata da LaChapelle che impreziosisce
la celebrazione delle prime 10
vendemmie dell’azienda maremmana. In
esposizione permanente alla cantina, “Rapture
of the Grape” rivisita la sperimentazione
di LaChapelle degli anni Ottanta, segnando il ritorno all’analogico, dal ritmo lento,
quello della vinificazione, attraverso il taglio
delle negative a colori, eco del taglio delle
uve dell’enologo, poi assemblate con lo
scotch e dipinte a mano, in un collage finale
che allude al blend di Rocca di Frassinello.
Il dettaglio dello scotch, volutamente ostentato
a cornice dell’opera, rivela la mano e l’artigianalità
dell’artista. Sulla grande terrazza,
che fa sentire sospesi su un tappeto volante
tra le verdi colline, arrivano le uve pronte
per la vendemmia che cadono direttamente
in cantina per forza gravitazionale.
“Rocca di Frassinello, là in alto dove l’amico
Renzo Piano ha scelto con mano felice di
collocare la cantina, non è un monumento
al vino. Ha le radici nei terreni - sottolinea
Paolo Panerai, presidente e patron
dell’azienda nata in joint venture con il
brand più prestigioso francese - dove sorge
la più importante necropoli etrusca, dopo
Vetulonia, ed è custode dell’arte straordinaria
di coloro che già otto secoli fa coltivavano
la vite.
Quella maestria di cortei dionisiaci su grandi
vasi ora si ricongiunge con l’arte di David,
esaltando le qualità di un vino che ha
già raggiunto i vertici della critica”.
A conferma dell’identità di Rocca di Frassinello,
quale roccaforte dell’eccellenza, dei
creativi e della cultura, David LaChapelle
ha scelto il noto coreografo americano John
Byrne per un dialogo inedito tra più forme
d’arte, in ode al vino, con lo spettacolo “Gravitational
Intoxication” nella barriccaia.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli