02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Cantine aperte in vendemmia
Lo show va in scena nelle vigne
Settembre fra degustazioni, passeggiate e
appuntamenti tra i filari … E’ un settembre carducciano quello che s’annuncia con il ribollir dei tini. Complice le bizzarrie del clima la vendemmia è molto anticipata - sarà abbondante e di ottima qualità - e diventa un’occasione di festa. Il neo presidente del Movimento Turismo del Vino Carlo Pietrasanta ha così varato Cantine Aperte in Vendemmia. Per tutto settembre rispettando il calendario di raccolta che varia da regione a regione le Cantine accolgono i turisti per una tripla esperienza: cogliere l’uva, de- gustare cucina rurale, assistere a spettacoli ( info www.movimenturismovino.it).
Si comincia in Lombardia con tre fine settimana (il 13, il 20 e il 27) dedicati a ‘Cantine aperte in Vendemmia’. Dall’Oltrepò alla Valtellina tantissime sono le occasioni. Molto appetitosa è la proposta della Cantina Pietrasanta a San Colombano dove al mattino c’è la raccolta, poi si fa un pic nic rurale e il pomeriggio si pigia l’uva. Al Castello di Grumello, che domina il borgo di Grumello del Monte e i suoi vigneti, nel cuore della Valcalepio, fascia collinare tra Bergamo e il lago d’Iseo, è in scena una sorta di festival dell’uva e del risotto e tante animazioni per i bambini. Info www.castellodigrumello.it.
In Emilia Romagna a Ponte Ronca (Bo) Lodi Corazza (www.lodicorazza.com) organizza per il 12 e 13 un grande concerto. E la Tenuta Vandelli a Sassuolo accoglie con raffinati menù e raccolta dell’uva, info: www.tenutavandelli.it.
Nelle Marche il clou di Cantine aperte in Vendemmia è questo fine settimana. A Matelica (a partire da venerdì 11) la Cantina Behsano (www.belisario.it) celebra i 40 anni del suo vino di punta il Cambrugiano con degustazioni, raccolta e abbinamenti gastronomici. A Cantine Fontezzoppa di Civitanova Marche (www.cantinefontezoppa.com) grande cena in locanda domenica 13 e raccolta delle uve.
La Toscana si veste a festa con passeggiate nei vigneti a cominciare da Castello d’Albola a Radda in Chianti il 20 e il 27 settembre, www.albola.it. Il massimo lo offre Donatella Cinelli Colombini a Trequanda (SI) dove la sua Fattoria del Colle diventa l’atelier della vendemmia. Terre di Perseto (www.terrediperseto.com) a San Casciano in Val di Pesa tutti i mercoledì e venerdì su prenotazione organizza un tour in bicicletta alla scoperta del Chianti Classico.
Variegata l’offerta in Umbria dove tutte le cantine il 13 e il 20 settembre organizzano visite guidate. Domenica 20 settembre Lungarotti propone una passeggiata, con la guida del Club Alpino Italiano Alessio Sugoni, che dalla cantina si addentrerà nei vigneti del Sagrantino, per esplorare l’ambiente e l’ecosistema di questa dorsale di Appenino umbro (5 euro a persona, su prenotazione tel. 0742.378868). Partenza ore 9.30 dalla cantina di Turnta di Montefalco. A conclusione pranzo al sacco con prodotti tipici abbinati al Toralco Lungarotti, Umbria Rosso IGT (5 euro a persona). Invece la cantina Arnaldo Caprai a Montefalco (www.arnaldocaprai.it) organizza degustazioni, visita nei vigneti e visita guidata al Museo di San Francesco dove è esposto un capolavoro assoluto: la restaurata Madonna della Cintola di Benozzo Gozzoli. Un’occasione unica, unica come la vendemmia 2015.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli