02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione

Il ministero prepara la nuova legge sulla Doc dei vini: consegnato ieri lo studio dell'Accademia della vite ... E' in vista la modifica della 164/92, la legge della Doc per i vini. Il primo passo è stato o venerdì scorso con la consegna al sottosegretario alla Politiche agricole, Teresio Delfino, plenipotenziario del ministro Alemanno per le questioni vitivinicole, dello studio elaborato dall'Accademia italiana della Vite e del vino. Il corposo documento è stato illustrato nei suoi contenuti dal presidente dell'Accademia, il professor Antonio Calò, e dall'enologo Narciso Zanchetta. Arriva dopo quattro anni di lavoro degli esperti della prestigiosa istituzione che, fino allo scorso anno, aveva sede a Siena dove, in realtà, era stata abbandonata dagli enti locali al punto di non avere altro che una casella postale. Da qui lo spostamento a Vicenza, presso la Biblioteca La Vigna, grazie all'interessamento di Gianni Zonin. Con il documento propedeutico alla revisione della legge 164, che sarà discusso in sede parlamentare, si apre una nuova era per l'Accademia e, naturalmente, per la vitivinicoltura italiana. «E' indispensabile - spiega il sottosegretario Delfino - adeguare la legge 164/92, comunque ancora valida nella sua impostazione di fondo, con l'evoluzione della normativa comunitaria». Antonio Calò ha invece sottolineato lo spirito del gruppo di lavoro per la semplificazione della normativa in vigore e lo sforzo di chiarire i punti di difficile interpretazione. La parola passa ora al Mipaf che dovrà preparare il disegno di legge che passerà al vaglio delle Camere.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli