02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica

Quotazioni italiane spinte dal Sassicaia … Il rinascimento italiano, così hanno chiamato questo periodo gli analisti del Liv-ex, il mercato secondario di delle etichette d’eccellenza. L’uscita in commercio del Sassicaia ha rivitalizzato le quotazioni dei vini italiani, che stanno guadagnando ulteriormente terreno rispetto agli anni scorsi e hanno superato il Bordeaux 500. Lo scorso anno il trading di Sassicaia è stato dominati dall’annata più recente in commercio, il 2015, nominato vino dell’anno da Wine Spectator. Il 2016, uscito questo febbraio, è un altro record: in vendita al prezzo di 1.270 sterline per una cassa da 12 bottiglie, è andato a ruba, trainato dai 100 punti assegnati da WineAdvocate. I patinati magazine anglosassoni continuano a muovere il mercato, con i loro punteggi. Per quanto ancora non si sa. I consumatori giovani sembrano più disincantati,anche se al momento sono i loro padri, con portafogli più ricchi, a movimentare le vendite dei fine wine. Ma il ricambio è vicino. Già è andata in pensione la prima generazione di critici enologici. E i loro successori se la vedranno con i gusti dei millennial. Resta il fatto che Sassicaia ha scritto la storia del vino italiano, è il primo di una specifica cantina, che, come succede in Francia per altri pochissimi blasonati, ha una Doc riservata, la denominazione Bolgheri Sassicaia, che può utilizzare esclusivamente la Tenuta San Guido.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su