02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica

Un lungo sorso di amarone Rosso con Masi fa sul serio ... Un azionista che potrà dire la sua, con il 5% di azioni con diritto di voto. Renzo Rosso, appena entrato nel capitale di Masi Agricola, porta una bella dote, viene meno il rischio di overhang, di vendita di azioni: “Un rischio che c’era con il precedente socio, il private equity Alcedo, mentre crediamo che per Red Circle, la cassaforte di Renzo Rosso, l’investimento in Masi abbia un orizzonte di lungo periodo”, spiega Paola Carboni, analista per il settore lusso di Equita. Inoltre, la rete retail di Diesel e degli altri marchi di Rosso, sarà utile nello sviluppo del concept Masi Wine Experience, ospitalità tra cantine, resort e persino un wine bar a Zurigo. Primo nel mondo del vino ad aprire al private equity, primo a quotarsi in Borsa (Aim), Sandro Boscaini, patron di Masi, il re dell’Amarone, con la maggioranza del capitale saldamente in famiglia, amplia il portafoglio di etichette con la Diesel Farm di Marostica, la sartoria del vino di Renzo Rosso.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su