02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica / Affari & Finanza

Grandi famiglie, è il momento della marcia indietro ... Un passo indietro per la famiglia Benetton. Un passo indietro per i Coin e un altro per (alcuni) Marzotto. Nel volgere di qualche giorno, per una bizzarra congiuntura le assemblee di tre aziende che portano nel nome il sigillo dei fondatori e proprietari divideranno i loro destini da quelli delle famiglie … Nel caso di Marzotto, in effetti, il ribaltone si spiega appunto con una frattura generazionale: da una parte i giovani guidati da Luca, Stefano, Gaetano e Nicolò uniti in un inedito patto di sindacato che mette di fatto in minoranza il maggiore azionista singolo, lo zio Pietro che ha il 18%. Alla scelta di sottrarsi dalla gestione Pietro Marzotto è formalmente arrivato sei anni fa, quando ha chiamato Innocenzo Cipolletta alla presidenza del gruppo di Valdagno. Il conte Pietro però, per carisma e per assidua presenza ha proseguito a essere figura imprescindibile nella vita dello storico polo tessileabbigliamento. Mentre suo fratello Paolo ha deciso di lasciare pure il cda, Pietro ha preferito restare per un altro mandato. L’orientamento è stato a lungo dibattuto fra Paolo, Pietro, e gli altri due fratelli Giannino e Umberto. Era in questione il passaggio delle consegne fra loro e la sesta generazione. Pietro e Umberto restano, ma il cambiamento viene comunque sancito nella struttura di vertice. Il capoazienda è Antonio Favrin, lo raggiunge nei panni di presidente un uomo di lunga esperienza quale Gianni Gajo … Favrin è il manager che persuade l’intricatissimo reticolo delle famiglie Marzotto, tanto che è stato anche designato alla presidenza di Industrie Zignago. Anche il gruppo attivo nei settori del vetro, del lino e del vino – di cui i Marzotto possiedono l’83% per la prima volta non sarà presieduto da un Marzotto. Il conte Paolo lascia dopo 12 anni, vuole occuparsi dei suoi vigneti in Sicilia …

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli