02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica / Affari & Finanza

Moda & Design - Sua Maestà e il Sassicaia ... A tentare di far capire ai ciambellani di corte che i vini italiani possono essere migliori di quelli francesi, ci avevano provato in molti: nunzi apostolici, ambasciatori, ministri, aristocratici. Persino Carlo d´Inghilterra tanto amante del Pomino dei Frescobaldi. Ma c´era stato poco da fare. La tradizione vuole che alla tavola di Elisabetta si servano, come ai tempi della Regina Vittoria, i vini francesi. Finalmente le cose starebbero cambiando. La Sovrana, dicono i "royal watcher", è «molto interessata al Sassicaia», il delizioso vino rosso degli Incisa della Rocchetta, prodotto nelle loro tenute di San Guido, a Bolgheri. Oltre che sulla bontà del vino, la casata toscano-piemontese può contare sulla grande affezione di Elisabetta per le scuderie di cavalli da corsa, la razza Dormello Olgiata, che ha portato a trionfare ad Ascot e Newmarket i suoi portacolori come Nearco e Ribot. Mario Incisa, padre di Nicolò ha acquistato da Federico Tesio di cui era partner, il leggendario patrimonio ippico. La sua famiglia ne continua l´attività. Anche quella scientifica immortalata dal libro "Tocchi di penna al galoppo", vera e propria Bibbia per Elisabetta.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli