02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica

“Gli Ogm minaccia per il Pianeta” ... Giulia Maria Crespi contro le multinazionali. Il caso dei coniugi Shmeiser... “Nell’Unione Europea una questione importante: permettere o no l’introduzione degli Ogm? Se la accerteranno, i responsabili sono ignoranti o più probabilmente, corrotti”. E accusa rivolta da Giulia Maria Mozzoni Crespi ieri a Milano, alla presentazione del “tour” italiano dei coniugi Schmeiser, paladini della lotta contro gli organismi modificati.

LaCrespi, presidente del Fai e da sempre sostenitrice dell’agricoltura biodinamica, toni drammatici: “L’Ogm minaccia il genere umano, la Terra, la biodiversità. E le multinazionali bloccano con tutti i mezzi la ricerca che dimostrerebbe questo rischio”. Per questo Percy e Louise Schmelser racconteranno la loro storia oggi a Bologna, il 2 a Firenze, il 4 a Roma. Coltivatori diretti di colza nell’ovest del Canada, da mezzo secolo selezionano le sementi più adatte al clima e al terreno della regione. Dieci anni fa la Monsanto, una delle pur forti multinazionali, li aveva trascinati in tribunale chiedendo loro di pagare per le sementi Ogm che erano finite casualmente nei loro campi. Dalla lunga battaglia legale sono usciti vittoriosi, diventando così il simbolo della rivolta dei coltivatori mondiali (e di tutti i consumatori) contro le multinazionali e la diffusione degli Ogm. Gli Schmeiser sottolineano che il problema degli Ogm è grave e irreversibile, perché una volta accettati è difficile liberarsene. “Le promesse mirabolanti del produttori di Ogm di mais, cotone, frumento”, spiega Percy, “sono false: non solo con queste sementi la resa cala sensibilmente, ma il valore nutrizionale è dimezzato e la comparsa dl erbe infestanti molto più resistenti rende necessario un impiego assai più massiccio di prodotti chimici”. Altro aspetto importante è la coesistenza: come impedire che una coltivazione Ogm contamini anche le altre? Come tutelare chi vuole continuare a produrre in modo biologico o almeno non transgenico”. E a luglio da Berlino partirà una marcia contro gli Ogm.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli