02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica

Meglio di una lager c’è solo il Moscato ... Non posso decidere se per trovare riparo da questi infernali caldi estivi sia meglio il vino bianco o la birra Certo e che in entrambi i casi la gradazione alcolica dovrà essere più bassa possibile, in modo da non essere controproducente e magari consentire un consumo un po’ più sostenuto del normale. Per la birra è facile orientarsi tra le profumate e fresche bianche (birre del Belgio speziate con arancia amara - in Italia si usano spesso agrumi locali - e coriandolo) o le tedesche weiss, oppure alcune delle lager più buone. Ma forse sceglierei una fresca saison, che la tradizione belga vuole prodotta in inverno per poi rinfrescare mesi più tardi le estati dei contadini, e che è realizzata anche da tanti dei birrifici artigianali che ultimamente proliferano lungo la Penisola. Tuttavia per inclinazione culturale personale e pervia delle tradizioni produttive della mia terra, io in una calda sera d’estate, semi trovassi sotto un “topia”, il pergolato tenuto a viti detto in piemontese, non potrei che scegliere di bere un paio di bicchieri di dolce e aromatico Moscato d’Asti. Con una gradazione alcolica tra i 4 e i 5 gradi pareggia il conto della sfida con le birre più leggere ed è un vero sollievo per via dei suoi profumi intensi di fiori gialli, di agrumi e frutti bianchi. In bocca è pieno e persistente e non stufa mai. Punterei su queste particolari bollicine dolci delle mie terre, magari accompagnandole con un dessert a base di frutta fresca: mi sembrano il perfetto compromesso travino bianco e birra, se proprio vogliamo fare una disfida tra due soggetti così diversi. Il Moscato in fondo è un vitigno umile, diffusissimo, tanto da essere anche banalizzato da certe grandi produzioni, ma alcuni viticoltori lo sanno lavorare in maniera splendida, tirando fuori tutto il potenziale da queste uve dalla lunga e nobile storia

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli