02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica

Zonin: forse è stato autorizzato qualche vitigno di troppo … Gianni Zonin, 76 anni, è il capo di
un’azienda che, alla settima generazione, produce vino in sette regioni italiane. Tra queste il Veneto, dove tutto è nato.

Cavalier Zonin, le colline del Prosecco della Marca trevigiana, coltivate intensivamente a vite, sono franate sotto le bombe d’acqua.

“Non vedo l’assalto ai boschi del Veneto, forse qualche viticoltore ha fatto le cose con poca cura, ma i vitigni non sono nemici delle colline”. Parla dalla tenuta di Castello d’Albola, Chianti classico, provincia dl Siena.

Il 56% del Veneto è a rischio idrogeologico. Lo scrittore Fulvio Ervas, originario di quelle terre, parla di scriteriata avidità.

“Rispondo di quello che conosco e devo dire che da noi la Forestale ha lavorato bene, pianta per pianta. Poi, forse, Regione e Provincia hanno dato qualche autorizzazione di troppo”.

La trasformazione del bosco in vigneto regala frane, in provincia di Treviso sono state 523 da inizio anno. Per fare spazio ai filare le ruspe rimodellano colline intere.

“Il procedimento è corretto, ma poi bisogna lavorare per evitare l’erosione e il dilavamento dei terreni. Noi abbiamo studiato dieci tipi di erbe e oggi alla base dei nostri filari in collina a una distanza di venti centimetri dalla vigna posiamo varietà di graminacee. Funziona. La radici tengono unito il terreno, l’acqua scende più gradualmente, la terra non finisce nei canali intasandoli.
Il ministero dell’Agricoltura dovrebbe suggerire il nostro metodo a tutti i viticoltori”.

Poche aziende Italiane possono permettersi la vostra ricerca.

“Il ministero dovrebbe aiutare”.

Le vostre terre hanno subito danni, Zonin?

“Nel Vicentino. In mezz’ora è venuta giù una quantità d’acqua e grandine che metteva paura”.
Chiederete i danni allo Stato?

“Intanto ci rivolgiamo alle assicurazioni poi se la Regione Veneto dichiarerà lo stato di calamità potremo muoverci. Va detto però che qualcosa in cielo è cambiato davvero non ho mai visto trombe d’aria e temporali così potenti”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli