02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Lo Specchio De La Stampa

Il Trebbiano è una varietà a bacca bianca fra le più produttive, nonché uno dei vitigni più diffusi in Italia. È presente soprattutto nel centro Italia e se coltivato con modalità massive regala vini molto semplici. Al contrario, Edoardo Valentini è riuscito a esaltare tutte le aqaulità di questo vitigno e a farne un vero e proprio monumento dell’enologia italiana.
Scheda Tecnica
Denominazione: Trebbiano d’Abruzzo 2003
Tipo di vino: Vino bianco di impareggiabile personalità
Regione d’origine: Abruzzo
Terreno: Argilloso calcareo
Uve: Trebbiano
Raccolte: Seconda decade di settembre
Vinificazione: In legno grande
Alcol: 12% vol.
Temperatura di sevizio: 10-12 gradi
Resa per ettaro: 70 quintali d’uva
Bottiglie prodotte: (dato non dichiarato)
Maturazione: 12 mesi in legno grande
Affinamento: 24 mesi in vetro
Colore: Vivace tonalità paglierino
Profumo: Naso di una complessità incredibile con note che vanno dalla nocciola alla frutta tropicale
Sapore: Vino dalle grandissime doti di invecchiamento
Prezzo in enoteca: 40 euro
L’altra etichetta
Come il Trebbiano d’Abruzzo, anche il Montepulciano è uno dei vini-monumento di Valentini. Questo rosso, affinato in botti grandi di castagno da 35 ettolitri, è straordinario per concentrazione ed eleganza. Ha naso esplosivo, con profumi che vanno dalla frutta rossa e di bosco fino a note di terra e cuoio. Questa grande complessità si ritrova in una bocca ricca e di grande carattere, per un vino adatto a un affinamento importante. Prezzo in enoteca: 60 euro.
Valentini, vini da leggenda
Mai come in questo caso lo spazio a mia disposizione per descrivere la cantina mi è parso limitato: per raccontare l’opera di Edoardo Valentini non basterebbero le pagine di un romanzo. La personalità e il lavoro si questo produttore sfuggivano a qualsiasi tipo do classificazione e il suo calettare schivo e aristocratico affascinava le persone con cui entrava in contatto. Dopo aver trascorso una vita a produrre vini diventati leggendari, dalla spiccata personalità e dotati di una propensione all’invecchiamento quasi imbattibile (provare per credere i trebbiani di vecchi annate), ci ha lasciato improvvisamente questa primavera. Oggi è il figlio Francesco, impegnato in azienda da oltre vent’anni, a condurre le danze con lo stesso rigore e la medesima serietà di Edoardo. Dai 64 ettari vitati con la tradizionale pergola abruzzese, difesa con tutte le loro forze da Edoardo e Francesco, si ottengono poche decine di migliaia di bottiglie, conservate in affinamento in magnifiche cantine nel centro storico di Loreto Aprutino Valentini Loreto Aprutino (Pe) Tel. 085-8291138 (arretrato de Lo Specchio de La Stampa 29 luglio 2006)
Autore: Gigi Piumatti

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli