02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Milano Wine Week, location insolita per il lancio: il 18 marzo, a Dusseldorf, in pieno ProWein

In terra tedesca, per il vernissage dell’evento di Milano, anche il Ministro delle Politiche Agricole e del Turismo, Gian Marco Centinaio
CENTINAIO, DUSSELRDOF, MILANO WINE WEEK, Italia
Federico Gordini (Milano Wine Week) con il Ministro Centinaio

Si presenta a Düsseldorf, nei giorni in cui è di scena Prowein, la Milano Wine Week, edizione n. 2. Scelta insolita, come lo sarà, dato che si tratta della presentazione di un evento organizzato da privati, e presentato in “terra straniera”, la partecipazione del Ministro delle Politiche Agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio, annunciato come ospite d’onore al tavolo a cui (all’Hyatt Regency Hotel, il 18 marzo) siederanno Federico Gordini, fondatore e presidente di Milano Wine Week, Luciano Ferraro, caporedattore centrale del quotidiano “Corriere della Sera” e già nel Comitato che ha organizzato dell’evento nel 2018, oltre a Silvana Ballotta, Ceo di Business Strategies e coordinatrice del Wine Business Forum, Helmut Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival (evento rivolto sia al business che ai consumatori) e di The Wine Hunter (presenza che lascia intuire una qualche collaborazione tra i due eventi, ndr), oltre a Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia.
Una scelta, quella della piazza tedesca per il lancio di un evento italiano, quanto meno curiosa, tanto più che avverrà poco meno di un mese da Vinitaly (Verona, 7-10 aprile), in qualche modo la “vetrina naturale” di quanto ruota intorno al vino italiano. E la scelta di Düsseldorf, proprio nelle giornate di Prowein, tra le più importanti fiere del vino, con l’Italia grande protagonista, se non è da leggersi come un atto di sfida aperta alla fiera di Verona, dal momento che le due manifestazioni sono di peso davvero assai diverso e con target molto differente (il pubblico, almeno per ora, la Milano Wine Week, il trade italiano e mondiale, Vinitaly), di certo, al di là delle dichiarazioni di intenti, non è una mano tesa a quello che in più sedi ed in più occasioni, da parte degli stake holder e della politica, compreso lo stesso Ministro delle Politiche Agricole e del Turismo Centinaio, è indicato come la prima e più importante piattaforma di promozione del vino made in Italy nel mondo.
“Con la presentazione del concept 2019 a ProWein, la Milano Wine Week (che è in programma dal 6 al 13 ottobre, a Milano, ndr) intende presentarsi alla stampa ed agli stakeholder internazionali proponendo un punto di vista nuovo e stimolante che ha l’obiettivo di costruire una connessione con le altre grandi eccellenze che proprio a Milano hanno trovato una grande vetrina internazionale”, si legge in una nota ufficiale.
Nel frattempo, in quei giorni, Vinitaly sarà protagonista in Cina, a Chengdu, una delle capitali economiche e del consumo di vino del Paese asiatico, dal 16 al 20 marzo, con una serie di iniziative mirate, parte della mission della fiera di Verona che si sviluppa lungo tutto l’anno, mirate ad aprire nuovi mercati e consolidare quelli storici per il vino italiano.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli