02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

“Controlli sulla filiera del vino: manca l’incarico del ministero” ... Il Presidente del Consorzio di San Giminiano dopo le indagini su una cantina. Funzionari americani per il Brunello... Funzionari americani al ministero dell’Agricoltura a Roma e un consiglio direttivo a Montalcino, dove si potrebbe discutere delle dimissioni del presidente Francesco Marone Cinzano: questo il cruciale, doppio appuntamento in programma oggi per il vino Brunello di Montalcino, finito sotto inchiesta. Al mattino una delegazione dell’ente federale americano Attb (Alcohol and Tobacco tax and trade bureau) incontrerà, nella capitale, il ministro dell’agricoltura Luca Zaia e i dirigenti del ministero, facendo il punto sui controlli del vino destinato all’export negli Usa. Nel pomeriggio, a Montalcino, si riunirà il consiglio direttivo del Consorzio del Brune1lo.

Sul fronte della Vernaccia, intanto, interviene Giovanni Panizzi, presidente del Consorzio di tutela della Vernaccia di San Gimignano Docg e del San Gimignano Rosso Doc, all’indomani degli accertamenti della magistratura in una cantina sociale per frode in commercio (gli inquirenti sospettano che siano stati usati trucioli per accelerare l’invecchiamento). Nessuna omertà di fronte alle recenti vicende che hanno coinvolto un produttore - dice in sostanza Panizzi - solo la consapevolezza di non disporre, allo stato, di alcun potere di controllo legittimamente riconosciuto. “Il nostro consorzio - chiarisce Panizzi - non ha gli strumenti per fare un controllo della produzione dalla vigna alla cantina sulle aziende socie e per questo non abbiamo vie ufficiali per venire a conoscenza di eventuali controlli della magistratura. Il consorzio non ha ancora ricevuto dal Ministero delle politiche agricole l’incarico erga omnes, necessario per attuare il piano dei controlli a tutta la filiera produttiva dei vini Doc”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli