02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Gustatus, sapori & spettacolo ... Quattro giorni densi di vino, concerti e artisti di strada... Apre i battenti, o meglio i banconi, la quarta edizione di “Gustatus”, la manifestazione enogastronomica
di Orbetello voluta dal consorzio di operatori Welcome Maremma e dal Comune lagunare, governato dal sindaco Altero Matteoli. Specialità gastronomiche, tradizioni locali, produzioni ricercate, presidi di Slow Food, ma non solo. Anche quest’anno infatti si stringe il rapporto tra la manifestazione e l’Aci, che torna a presentare le bellezze di casa Ferrari in un palco allestito
per la manifestazione che durerà fino a domenica. Gli organizzatori si sono dati l’obbiettivo delle centomila presenze, anche se quest’anno il fine settimana dei Santi non può contare sul solito “ponte”, dato che la festa viene di domenica. E sarà quindi proprio il weekend a registrare il massimo afflusso, per il quale il Comune ha disposto già da oggi numerose variazioni alla
mobilità cittadina, compresa una serie di aree di sosta per le auto alle stite proprio in concomitanza con la kermesse dedicata al senso del gusto.

Gli stand nelle piazze del centro storico saranno a disposizione dei visitatori dalle 15 e il ricco programma di spettacoli ed eventi entrerà nel vivo già oggi. Per i primi eventi, da segnalare lo stand “L’ospite del giorno”, dove saranno protagonisti il vino rosso Igt e l’olio biologico prodotti dalla Fattoria La Marietta di Grosseto e dall’azienda agricola Poggio Lella di Fonteblanda. Mentre nel padiglione che ospita la sezione “L’Arte del mangiar bene” un appuntamento con bruschetta, olio e vino nuovi in compagnia dell’associazione Strade dei vini e sapori Colli di Maremma. Infine per la cena ad attendere gli appassionati della tradizione enogastronomica locale, oltre ai numerosi ristoranti aderenti alla manifestazione, sarà l’enoteca allestita con gli esperti del consorzio Welcome Maremma, per la degustazione di un calice di vino in abbinamento a piatti caldi, formaggi, miele e salumi. Il consorzio, che riunisce una lunga lista di operatori locali, è il vero motore della manifestazione, animato dal proposito di contribuire a un prolungamento della stagione turistica in un periodo dell’anno altrimenti poco frequentato.

Ogni sera una cena tematica al ristorante davanti al Duomo del paese, che stasera si apre con gli operatori della condotta Slow Food di Pitigliano, che daranno avvio alla carrellata di piatti tipici con il primo menu speciale dal titolo “Le civiltà del tufo e la tradizione ebraica”. Attorno ai banconi ci saranno inoltre i maestri del ferro battuto, che daranno dimostrazione delle tecniche di lavorazione dei metalli affiancati dal mercatino delle arti e dei mestieri antichi, ma anche musici di strada e trampolieri, ritrattisti, ceramisti, scultori e pittori locali. L’area allestita da Aci in Piazza del Popolo aprirà al pubblico alle 17 con l’esposizione delle auto del passato, della nuova Ferrari 458 Italia e dell’auto futuristica dal nome Idra 90.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli