02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Grandi bottiglie a piccoli prezzi ... Un rosso ecologico... Bella idea: solo acciaio e solo Sangiovese in questa bottiglia di Terre di fiori, azienda maremmana del gruppo Tenute Costa, progetto nato nel 2008 a Parma per iniziativa di Andrea e Luca Costa, padre e figlio. Il progetto vuole unire vigne e vini dei migliori territori enologici italiani, dalle Langhe alla Toscana all’Alto Adige. La doc è Monteregio di Massa Marittima, il terroir quello di Gavorrano. Dietro questo bel rosso, fragrante e accattivante, c’è la mano di un winemaker che ama lo stile bordolese come Carlo Ferrini. E si sente. La gamma parla solo di territorio: accanto al Monteregio, ci sono intti due Morellino di Scansano, uno base e uno cru, il bianco Vermentino e un igt Maremma Toscana (cuvée di Sangiovese e Cabemet Sauvignon) che si chiama Acanto. In tutto 30 ettari vitati che presto faranno capo ad una cantina tutta ecologica. Questo Monteregio 2008, alla prima vendemmia, si fa notare. rrutti di bosco neri al naso, al palato è elegante e vellutato, fresco dinamico, non troppo austero ma elegante. Insomma un super-Maremma. In enoteca sui 13 euro.

Monteregio 2008, Terre di fiori.

Info: www.tenutecosta.it.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli