02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Capanna scommette sugli Ogm “alternativi”. Con Gianni Letta ... Si chiama GenEticaMente, ed è un polo di ricerca che aprirà una nuova frontiera nella ricerca scientifica italiana ed europea, quella delle biotecnologie “soft” alternative agli Ogm, che tante polemiche e conflitti hanno creato, e quella della “ricerca partecipata”, un modello diffuso a livello internazionale ma quasi del tutto assente nel nostro paese, che vede il coinvolgimento della società nelle scelte che riguardano l’innovazione, soprattutto sui temi sensibili come quelli delle biotecnologie e della genetica. “Un progetto strategico di grande respiro - spiega Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti Genetici - che farà assumere all’Italia un ruolo d’avanguardia nel campo delle bio-scienze, sia a livello europeo sia nei confronti dei Paesi della zona Sud e Est del Mediterraneo”. Capanna ricorda quanto scarsi siano gli investimenti dell’Italia nel campo della ricerca: appena l’i per cento del Pii, a fronte, per esempio, dei 2,3 per cento della Francia e dei 2,5 per cento della Germania. “Con un investimento nel progetto di 20 milioni di euro nel periodo 2011-2015, la Fondazione Diritti Genetici - spiega -. vuole operare concretamente per invertire questa tendenza”. Decisivo è stato l’impegno dimostrato in proposito dal governo, in particolare dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, senza il quale non sarebbe stato possibile siglare il protocollo d’intesa tra la Fondazione e i ministeri per i Beni Culturali, Istruzione, Università e Ricerca, Ambiente, Politiche Agricole, Sviluppo Economico, Affari Esteri e Politiche Europee. “E’ un progetto che merita attenzione e sostegno - commenta il Sottosegretario Gianni Letta - che segna la strada del futuro: un’idea nuova non affidata ad un ente o ad un’impresa ma ad una fondazione no profit, che inaugura un nuovo modello di ricerca, vicino a cittadini e consumatori”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli