02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Il Brunello prende il volo verso i mercati ... Presentato all’aeroporto di Roma il Castelgiocondo 2006 dell’azienda Frescobaldi... E’ di un rosso rubino intenso con riflessi granato, limpido e brillante. In bocca è morbido ed equilibrato, con lievi accenni fruttati e una grande statura. E’ il Castelgiocondo Brunello di Montalcino 2006, l’ultimo preziosissimo vino uscito dall’azienda toscana Marchesi de’ Frescobaldi, presentato ieri per una degustazione in anteprima all’Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma. Il modo più giusto per brindare ad un anno di grandi successi: secondo un’indagine condotta in 200 enoteche e wine bar, il rosso di Montalcino sarebbe il preferito dai consumatori italiani. E non basta: la rivista americana “Wine Spectator”, considerata la bibbia del vino, lo ha definito “il miglior vino del mondo”. Racchiuso in cinque prestigiose bottiglie Magnum da 1,5 litri, il Castelgiocondo 2006 è stato imbarcato in altrettanti voli speciali diretti a Londra, New York, Mosca, Shanghai, Tokyo e Singapore dove sarà offerto ai clienti di prestigiosi ristoranti.
“Siamo felici di celebrare questa partenza altamente simbolica delle prime cinque bottiglie - ha detto Lamberto Frescobaldi, Vice Presidente di Marchesi de’ Frescobaldi -. Questo vino ci riempie d’orgoglio. La vendemmia 2006 è stata ricca di emozioni fin dall’inizio. Ci ha tenuto col fiato sospeso, ma poi le giornate di metà settembre, asciutte e soleggiate, ci hanno permesso di portare in cantina uve perfette regalandoci una grande annata”. Un’annata a cinque stelle, si potrebbe definire, da cui ha preso il via il lungo riposo dell’uva nel legno prima del passare in vetro. Dopo quattro anni di cure è nato questo “Il nettare di Bacco” , quattro anni vissuti con trepidazione dalla famiglia Frescobaldi. Che ha deciso di raccontarli nel “Diario del Castelgiocondo 2006”, uno scritto che accompagna ogni confezione divino. A declamarlo ufficialmente è stata l’attrice Valentina Lodovini, interprete di recenti film di successo come “Benvenuti al Sud” e “La giusta distanza”, felice di festeggiare quella che lei reputa essere “una delle eccellenze italiane”. Nel 2010 si è registrato il record storico delle esportazioni di vino italiano nel mondo con un aumento del 9% rispetto all’anno precedente. Il fatturato delle aziende italiane si attesta sui 3,7 miliardi di euro. Oltre un quinto è stato realizzato negli Stati Uniti mentre risultati sorprendenti sono stati registrati sui nuovi mercati: in Cina il valore del vino made in Italy esportato è raddoppiato, mentre in Russia è aumentato del 51%.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli