02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Elisabetta Rogai lancia la eno-pittura ... Montepulciano esposizione alla fortezza... Orme di Dorian Gray nasce la eno-arte di Elisabetta Rogai. Grazie al lungo lavoro di ricerca e sperimentazione condotto da Roberto Bianchini, docente di Chimica organica al polo di Sesto Fiorentino e alla versatilità di un’artista non nuova a innovazioni, i quadri wine-made sono oggi una realtà che parla da sola. Gli eno-capolavori di Elisabetta Rogai sono realizzati su normali tele ma con vini rossi o bianchi, tranne il primo tratto di carboncino. Nessuna aggiunta di colore, solo vino perché naturale, invecchia sulla tela riproducendo esattamente l’evoluzione che avrebbe luogo dentro la classica bottiglia. I quadri di Elisabetta Rogai opere d’arte: il tempo passa, il dipinto invecchia ed evolve sulla tela. E si passa da colori giovanili, violacei, melanzana e porpora, a quelli dell’invecchiamento: mattone, ambrati, arancio. Cinque opere dal lunghissimo trattamento, saranno esposte da domani al 17 febbraio alla Fortezza Vecchia di Montepulciano nell’ambito dell’anteprima del Vino Nobile. Ad aprile approderanno al Vinitaly di Verona. (info@elisabetta rogai.it).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli