02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Un rosso elegante dal gusto succoso ... I due grandi rossi autoctoni nazionali, Sangiovese e Montepulciano, sono stati a lungo confusi e sovrapposti. Ancora ai primi del Novecento non si facevano differenze. Poi le loro strade si dividono e il Montepulciano viene identificato come bandiera enologica dell’Italia centro-meridionale, in particolare delle regioni adriatiche, dalle Marche fino alla Puglia. Sulle colline attorno ad Ancona dà vita alla doc Rosso Conero e alla docg Conero. Qui l’azienda vinicola Umani Ronchi è da sempre interprete fedele del territorio, equamente diviso il bianco Verdicchio e appunto il Montepulciano. La maison di Massimo Bernetti, affiancato dagli anni ‘90 dal figlio Michele, ha portato i vini marchigiani in tutto il mondo a partire dalla cantina di Osimo. Tradizione ma anche sperimentazione stanno nel dna della griffe, con exploit clamorosi come il bordolese Pèlago ‘94, vincitore del prestigioso International Wine Challenge di Londra. Sono 200 ettari divisi su dieci distinti appezzamenti, che fanno delle linee di selezione altrettanti cru. E tale è anche questo Rosso Conero “San Lorenzo”, che nasce sulle colline osimane. Nel millesimo 2007 si propone con un bel naso di confettura rossa dolce, e al gusto succoso, fitto, polposo, ma senza perdere finezza ed eleganza che sono il copyright della maison Bernetti. Una bella espressività non guastata dal troppo legno o da muscoli eccessivi. In enoteca a circa 11 euro.

San Lorenzo 2007, Rosso Conero, Umani Ronchi Info: www.umanironchi.it

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli