02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Chili e vino rosso, un matrimonio ben riuscito ... Abbinamenti anche con i piatti messicani si può bere all’italiana... La cucina messicana è nata dall’incontro dei prodotti del nuovo mondo con i conquistadores spagnoli, che miscelarono gli ingredienti tipici del Messico con i propri, creando una cucina ricca di mais, riso, pollo, vino, cipolle, aglio e peperoncino ovvero gli ingredienti base della gastronomia messicana. Il piatto tipico è la tortilla, una sorta di piadina a base di farina di mais o di grano cotta sulla piastra. E utilizzata in sostituzione del pane o come contenitore dei più incredibili accostamenti di ingredienti che, a seconda della preparazione, prendono diversi nomi: i tacos, tortillas farcite di carne, arrotolate e servite con le salse; i burritos, ripieni di fagioli, carne di manzo o pollo e conditi con la salsa chili; le enchiladas, farcite di pollo con formaggio e passate alla griglia o fritte; le quesadillas, imbottite di formaggio e grigliate o fritte. Due sono però gli ingredienti che nella cucina messicana non possono assolutamente mancare: i fagioli e i peperoncini, disponibili in un centinaio di varietà e di gradazione di sapori che vanno dal dolce al “piccantissimo”. Non c’è scampo. Se anche la mano del cuoco è andata leggera, ci penserà la piccantezza della salsa a riequilibrare il sapore classico del Messico. La gastronomia messicana è arrivata sulle nostre tavole da tempo. Basta curiosare tra gli scaffali dei prodotti etnici dei supermercati per trovare tutti gli ingredienti necessari per preparare i diversi piatti. Ma con quali bevande si accompagnano? I messicani per lo più bevono la cerveza, ossia la birra, in genere leggera e poco amara oppure la michelada, una bevanda preparata con birra e succo di li mone. Ma se vogliamo optare per il vino? In genere l’abbinamento di vino e peperoncino è considerato arduo a causa delle sensazioni procurate dalla capsicina che rischia di frapporsi tra le papille gustative e gli aromi del vino. Ma lasciandoci alle spalle pregiudizi e tradizioni si possono esplorare nuovi orizzonti. Ad esempio un buon burrito a base di carne si può accompagnare con un Nebbiolo o un Negroamaro oppure con un Morellino di Scansano. Se il burrito è farcito con il pollo meglio optare per un rosato. Con le enchilladas ricche di sapori e profumi si può abbinare invece un vino rosso strutturato, come il Taurasi o un Riesling dai sentori aromatici.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli