02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Dagli Usa turisti ebrei indignati “Bottiglie con la faccia del Fuhrer” ... “Era sera, camminavamo sul lungomare quando in un negozio abbiamo visto un’esposizione di bottiglie di vino, sulle cui etichette c’erano i volti di Mussolini e di Hitler, con la scritta Mein Kampf, l’apologia antiebraica per eccellenza”. È iniziato così, con la segnalazione di Yonatan e Michael Weinberg, turisti californiani di 27 e 32 anni, fratelli di origini ebraiche, in vacanza a Rimini, il caso del “vino nero” di Rimini. Un business da 350mila euro all’anno, che non è andato giù ai turisti americani. “È stato uno choc - ha raccontato Michael, di professione regista - trovare in una città cosmopolita come Rimini, su una viale importante come il lungomare, vetrine che propongono oggetti simili, con i volti dei più grandi criminali della storia. Siamo offesi e choccati per quelle bottiglie di vino in vendita con fotografie e citazioni da Hitler e Mussolini. Ma anche per la reazione aggressiva di un commerciante cui abbiamo espresso la nostra contrarietà e che ci ha cacciato”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli