02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EXPORT MADE IN ITALY

Ocm Vino e Promozione nei Paesi Terzi 2019, via libera dalla Conferenza Stato-Regioni

A giorni la pubblicazione del decreto, che dovrebbe arrivare entro Vinitaly, come promesso dal Ministro delle Politiche Agricole Centinaio
CENTINAIO, EXPORT, MADE IN ITALY, OCM VINO, PROMOZIONE, VINO ITALIANO, Italia
Ocm Vino e Promozione nei Paesi Terzi 2019, via libera dalla Conferenza Stato-Regioni

Il Decreto che sblocca l’assegnazione dei fondi per la Promozione nei Paesi Terzi per il 2019 dell’Ocm Vino promesso dal Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio entro Vinitaly (7-10 aprile, Verona) è ad un passo. Ieri la Conferenza-Stato Regioni ha dato il suo via libera, ed ora, dunque, manca solo la firma da parte del Ministero, che salvo sorprese, arriverà a giorni.
Una misura importantissima a sostegno del vino del Belpaese, che mette sul piatto, ogni anno, 100 milioni di euro di cofinanziamento per gli investimenti promozionali (il 70% gestito dalla singole Regioni, il 30% a livello nazionale. E sui cui tempi, dopo le criticità ed il caos nell’applicazione degli ultimi anni, si registra, finalmente, un segnale di miglioramento (nel 2018 il decreto per il bando arrivò a fine luglio, ndr).

“Occorre accompagnare il settore per accrescere la competitività dei nostri produttori all’estero. La promozione in questa sfida svolge un ruolo strategico”, ha sottolineato Centinaio, secondo cui “questa misura permetterà di consolidare la reputazione delle nostre aziende ambasciatrici del prodotto vitivinicolo nazionale, vera eccellenza del Made in Italy, e riconquistare quote sui mercati dei Paesi extra Ue. L’obiettivo è favorire dinamiche di “sistema” che coinvolgano l’intero tessuto nazionale anche nello svolgimento delle attività promozionali”.
Le azioni che possono ricevere il sostegno (al 50%), sono specificate nel decreto, ricorda il Ministero. Ovvero, azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale, campagne di informazione, studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione. Lo schema di decreto fornisce inoltre l’indicazione di tempi certi per l’erogazione dei contributi, al fine di affiancare con maggiore efficienza la programmazione degli importanti investimenti da parte delle aziende beneficiarie del contributo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli