02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama Economy

La spunta Jacobazzi ... Gli avvocati chiamati in causa l’hanno subito ribattezzata “la battaglia della grappa”, ma non era una gara di degustazione davanti a un sommelier. La contesa si è svolta al Tribunale di Milano, dove la Distillerie Franciacorta, assistita da Cesare Galli, Caterina Paschi e Mariangela Bogna dello studio Ip Law Galli, ha citato in giudizio la Distillerie Sari di Saleri Riccardo, assistita da Marco Francetti ed Eleonora Ortaglio dello studio Jacobacci & Associati. Motivo del contendere: la denominazione “Grappa di Franciacorta”, utilizzata dalla Distillerie Sari per le grappe prodotte da uve dell’omonima zona e contestata da Distillerie Franciacorta, che ha depositato il marchio “Franciacorta”. Davanti al dilemma alcolico, i giudici milanesi hanno dato ragione ai legali di Jacobacci, sostenendo che il nome geografico “Franciacorta” non può essere monopolio di un solo operatore della zona.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli