02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quotidiano Nazionale

Folonari si rinnova e guarda lontano … Una nuova proposta sancisce l’ingresso dell’azienda nella fascia del Bolgheri Superiore Doc... Eleganza e potenza. Carattere, ma anche longevità. In stile più moderno rispetto ai vini muscolosi e “ciliegioni” di qualche tempo fa. Bolgheri, con le sue caratteristiche internazionali, e con un volto nuovo, affinato, mirato a target speciali: guarda alla grande ristorazione nostrana e a un pubblico di winelovers attenti ed evoluti, soprattutto negli Usa e in Nord Europa, la nuova proposta che lancia dalle vigne della Costa degli Etruschi la Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, già presente in questo prezioso terroir ormai culla della moderna enologia italiana, che ha visto i vini della zona salire fino all’olimpo dei campioni del mondo, con tre etichette storiche e classiche come il Campo al Mare Bolgheri Rosso DOC, Campo al Mare Bolgheri Rosato DOC e Campo al Mare Bolgheri Vermentino DOC che nascono da 30 ettari vitati con terreni franco argillosi, ricchi di scheletro, eccezionalmente vocati alla produzione in stile bordolese e con ulteriori 5 ettari appena impiantati. La novità è un cru ideato e realizzato con un uvaggio speciale: 50 per cento di Merlot e 50 di Cabernet Franc. Si chiama Baia al Vento l’etichetta che vede l’ingresso dell’azienda nella fascia del Bolgheri Superiore Doc, con un blend rinnovato, un affinamento maggiore e un nuovo elegante packaging, “che oggi si posiziona tra i nostri top di gamma - conferma Bruno Alvisini, ad dell’azienda -per ottenere più eleganza, persistenza ed un profilo sensoriale nuovo che lascia il posto a piacevoli note fruttate”. Una scelta ben ponderata, del resto “vinificare Merlot in purezza a Bolgheri, a volte, per peculiarità climatiche, può risultare nel bicchiere un vino fin troppo pastoso e opulento - aggiunge l’enologo Roberto Potentini - e per questo abbiamo definito una modifica del blend con un nuovo stile di maturazione e affinamento, esempio di evoluzione del concetto di tradizione attraverso una gestione aggiornata della viticoltura e dell’enologia, per arrivare allo scopo unico del nostro fare: la piacevolezza emozionale dei nostri vini”. “La prospettiva futura della Tenuta di Campo al Mare - aggiunge il presidente Giovanni Folonari - è oggi ottenere una maggiore riconoscibilità e un radicamento sul territorio. In tal senso stiamo valutano attentamente l’ampliamento dei vigneti e il lancio di ulteriori vini con l'utilizzo di nuovi blend, sperimentando inoltre le vinificazioni di vitigni in purezza”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su

Altri articoli