02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quotidiano Nazionale / La Nazione

Cenacolo di Leonardo, un respiro di sollievo: stop all’umidità … L’intervento creato un sistema di aerazione rivoluzionario che salverà l’affresco... L’aria più pulita al mondo si respirerà a Milano, nel Cenacolo vinciano di Santa Maria delle Grazie. UTA (Unità Trattamento Aria) è la sigla che vale 700mila euro di sole apparecchiature per creare condizioni termoigrometriche perfette nell’ambiente che ospita il capolavoro la cui fama varcò subito i confini dell’Italia non appena Leonardo lo completò nel 1498. Il costo dell’intervento di restauro ambientale sarà sostenuto per 200mila euro da un fondo charity americano e per 500mila euro da Eataly: «Chi ha avuto la fortuna di nascere nel Paese più bello del mondo (solo lo 0,20 % delle terre emerse, ma il 70 % del patrimonio artistico mondiale), non deve mettersi in tasca tutti gli utili d’impresa» ha spiegato il fondatore Oscar Farinetti, alla presentazione del progetto. “Una cena così non te la puoi perdere”, lo spot rimbalzato dal refettorio delle Grazie, dove il ministro Franceschini era presente a confermare la politica di incentivi fiscali attraverso l’ars bonus. Oltre alla generosità dello Stato che ha già stanziato un’erogazione straordinaria di 1 milione e 200mila euro per la conservazione della fragilissima pittura a secco sperimentata da un genio alla ricerca di luci e ombre, ben prima del cinematografo. E il dialogo si è intrecciato in videoconferenza tra le sedi di Eataly a Milano, New York e Sào Paulo del Brasile. Da dove la buona notizia farà il giro del mondo. «Già, perché ogni tanto facciamo disastri, ma oggi noi italiani dobbiamo essere fieri di saper lavorare insieme nel proseguire un’opera collettiva di conservazione che va avanti da 500 anni. Il Cenacolo sta in piedi forse per miracolo, ma soprattutto per la buona volontà di tante generazioni », il pensiero di Alessandro Baricco, che ha avuto il privilegio di guardare cosa c’è dietro il muro dipinto. Lui, il preside della torinese Scuola Holden, di cui Farinetti pure è socio, e a cui ha commissionato un testo per raccontare la nuova impresa: “I custodi del Cenacolo” (Feltrinelli), a breve in distribuzione. Dal mondo continuano infatti ad arrivare turisti, anzi “pellegrini”, preferisce dire fra Guido Bendinelli, Padre Priore di Santa Maria delle Grazie. Non più di 30 persone, a turni di 15 minuti, sono ora ammesse in quello che è stato ridefinito “Last Supper Museum”, su suggerimento dei bocconiani del MAMA, impegnati nella sua valorizzazione. L’intento è appunto di permettere l’accesso a un maggior numero di persone, migliorando le condizioni microambientali. Turismo sostenibile, sostenuto da una polifonia di esperienze che comprende, tra gli altri, CNR, Politecnico di Milano e Università di Hong Kong.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli