02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ASPETTANDO GLI “ETNA DAYS”

Reportage WineNews: l’Etna e i vini della “bio-diversità”, tra storia, natura e numeri in crescita

Per la prima volta il Consorzio dedica un press tour ai media mondiali sul vulcano (13-18 settembre). Dove siamo tornati per raccoglierne le “voci”

“Isola nell’isola” che è il “continente enoico” siciliano, l’Etna è diverso dagli altri territori del vino di Sicilia, d’Italia e del mondo perché sul vulcano attivo più alto d’Europa, e tra i più attivi della Terra, Patrimonio Unesco, tutto è diverso. Per documentare la “magia” del vino dell’Etna, “diamante” enoico di Sicilia, tra storia e futuro, mercati che tirano e progetti territoriali che guardano al passaggio da Doc a Docg e ad una zonazione più approfondita che parta dalla Contrade, WineNews è tornata sul vulcano per raccogliere la visione dei produttori, le “voci” dell’Etna che raccontano una terra fatta di grande “biodiversità naturale”, con un viticoltura “super-eroica”, e dove la crescita del vino è stato motore decisivo dello sviluppo di un territorio che può crescere ancora tanto (qui il reportage, e qui l’analisi della “bio-diversità” del vulcano di Attilio Scienza, tra i massimi esperti di viticoltura al mondo, professore di Viticoltura all’Università di Milano, mentre ai nostri appunti di degustazione sui vini dell’Etna che esprimono la personalità di ogni singolo vigneto come in nessun altro territorio è dedicata la prossima monografia de “I Quaderni di WineNews”). Lo abbiamo fatto aspettando gli “Etna Days - I Vini del Vulcano” (13-18 settembre), il primo press tour con il quale il Consorzio Tutela Vini Etna Doc accoglie direttamente sulle sue pendici i maggiori giornalisti internazionali nel settore wine, in particolare da Usa e Nord Europa, ed esperti degustatori che, negli ultimi decenni, hanno consacrato l’Etna a livello mondiale tra i territori del vino sulla cresta dell’onda.
“Abbiamo voluto fortemente realizzare questo progetto, che lo scorso anno è stato rimandato a causa della pandemia - spiega il presidente del Consorzio Francesco Cambria - i vini dell’Etna rappresentano tra le vette più alte della viticoltura non solo siciliana, ma italiana. Il tour permetterà alle testate più importanti a livello internazionale di conoscere e far conoscere a tutto il mondo la varietà, le diversità e la qualità dei vini dei nostri produttori”. Il Consorzio Etna Doc rappresenta oggi il lavoro di 383 produttori e una produzione che, nel 2021, ha superato 4,5 milioni di bottiglie. La presenza di antiche varietà autoctone come il Nerello Mascalese, il Nerello Cappuccio e il Carricante, insieme ad una viticoltura con caratteristiche fortemente distintive - la composizione vulcanica dei terreni, la presenza di vigne centenarie, il sistema di allevamento ad alberello, i diversi versanti dell’Etna e le 133 Contrade - offrono uno scenario complesso e affascinante, così come lo sono le tipologie prodotte sull’Etna, che comprendono vini rossi, bianchi, rosati e spumanti (ma a crescere sono anche le quotazioni dei vigneti da vino Doc e Igt che valgono tra 41-85.000 euro ad ettaro, secondo i dati Crea 2021 analizzati da WineNews).
Il press tour “Etna Days - I Vini del Vulcano” dedicato alla stampa internazionale, cade in tempo di vendemmia (qui le prime “impressioni” dei produttori a WineNews), e, spiega il Consorzio, è viaggio alla scoperta della sempre più vivace viticoltura etnea, e di approfondimento e immersione tra i vitigni e i vini della Denominazione, attraverso un programma di degustazioni, masterclass e visite ai produttori. Dopo il benvenuto degli ospiti, il 14 settembre il Consorzio presenta il territorio con un vulcanologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), e, a seguire ci saranno un banco di assaggio con tutti i vini della Denominazione ed una visita archeologica ai suggestivi palmenti rupestri: gli antichi siti scavati nella roccia, destinati alla pigiatura delle uve e alla fermentazione dei mosti. Il 15 e 16 settembre i giornalisti visiteranno invece 40 aziende che ospitano anche i vini ed i produttori di altre 50 cantine dell’Etna Doc. Infine, il 17 settembre saranno condotti in un’escursione guidata sugli spettacolari crateri sommitali del vulcano, fino al Rifugio Sapienza. La giornata terminerà a Catania a Palazzo della Cultura con un incontro insieme ai produttori e uno speciale wine party finale.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli