02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Salute / La Repubblica

Idromassaggi in "beauty" con Merlot e Borgogna ... L’uva? È una preziosa... miniera in miniatura. Soprattutto per la pelle. Gli estratti sono un ingrediente privilegiato di molti prodotti cosmetici, come creme idratanti e antiage per viso e corpo, trattamenti schiarenti, scrub. «I componenti dell’uva dagli effetti più eclatanti sono i polifenoli, resveratrolo e procianidoli in particolare, contenuti nella buccia e nella polpa dell’uva, che hanno un eccellente effetto antinvecchiamento e di miglioramento del microcircolo. E’ facile trovare estratti d’uva non solo in creme antirughe e per pelli con tendenza alla couperose, e anche in prodotti anticellulite» spiega il professor Umberto Borellini. Oggi poi diverse formule di remise en forme proposte dalle migliori beauty farm, termali e non, hanno come protagonisti uva, vino & company. Come la francese Caudalie, che si trova all’interno del castello Smith HautLafitte, a 15 minuti dal centro di Bordeaux. La sua peculiarità? Sfruttare le proprietà di una sorgente d’acqua termale ricca di ferro, oligoelementi e fluoro, che sgorga ad una temperatura di 33 gradi, a 500 metri di profondità, e associarle a speciali trattamenti a base d’uva e vino di Borgogna. Massaggi, bagni, avvolgimenti del corpo, gommage, peeling e maschere per il viso sono rigorosamente a base di ingredienti provenienti dall’uva. Trattamenti che si possono continuare a casa con la linea cosmetica Caudalie. Bacco è al servizio della bellezza e della forma anche nel nuovissimo centro benessere del Relais San Maurizio, un antico monastero seicentesco nel cuore delle Langhe piemontese. L’enothermarium, così si chiama, offre programmi completi di trattamenti naturali contro stress, insonnia, cellulite, problemi circolatori e antiage. Al Centro Balnea delle Terme di Salvarola, a Sassuolo (MO), i protagonisti numero due (il numero uno è l’acqua termale) sono l’uva, il mosto e il vino, trasformati, anche in questo caso, in cosmetici naturali.I vari trattamenti, come maschere e massaggi a quattro mani a base d’uva fresca, bagno nella botte con estratti di mosto, vinacce, vinaccioli e oli biologici, sono sempre integrati con bagni termali, idromassaggi e bagni di vapore. E non poteva mancare una festa: fino al 31 ottobre Riva del Garda ospita la «Traubenkur», in altre parole l’ampeloterapia in versione classica. Con l’occasione, alcune beauty farm della zona propongono pacchetti di cura dell’uva versione nuovo millennio, effettuabili anche in weekend lunghi. All’Astoria Park Hotel e all’Hotel Mirage, per esempio, si può sperimentare la "Dieta dell’uva", un programma alimentare che s’ispira all’ampeloterapia, effettuare visite guidate ad un vigneto durante una vendemmia, degustare vini con un sommelier esperto. E provare percorsi benesserebellezza. Come il programma aromadetossinante, con trattamenti viso antiossidanti a base d’olio di vinacciolo arricchito con olio essenziale di geranio rosato; massaggi corpo drenanti, sempre con olio di vinacciolo e oli essenziali di pompelmo, sandalo bianco mysore; avvolgimenti del corpo con argille bianche, mosto d’uva fresco e avena; idromassaggi con vino merlot.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli