02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RICERCA

San Michele all’Adige: 234 varietà di vite allo studio, 13 puntano al Registro Nazionale

Dopo le 4 Eco Iasma, continua il lavoro per creare e registrare nuove varietà resistenti capaci di portare la viticoltura nel futuro
EDMUND MACH, FEM, RICERCA, VARIETA RESISTENTI, Italia
La ricerca dell’Istituto di San Michele all’Adige sulle nuove varietà di vite resistente

Sono 234 le varietà attualmente allo studio, risultato di oltre 25.000 semenzali attentamente studiati e valutati dai ricercatori dell’Istituto di San Michele all’Adige, nell’arco di due decenni, e 13 di queste nuove selezioni, presentate qualche giorno fa al mondo dei vivaisti e dei viticoltori, saranno oggetto nei prossimi anni di richiesta di iscrizione al Registro Nazionale delle varietà di vite, ed eventualmente valorizzate e promosse da CIVIT, il Consorzio creato dalla Fondazione Edmund Mach e dai Vivaisti Viticoli Trentini per trasferire innovazione in viticoltura. Ecco la sintesi di uno sforzo lungo vent’anni, teso a selezionare nuove varietà per migliorare caratteristiche qualitative e resistenza alle malattie. Un’attività di miglioramento genetico che, finora, ha prodotto e registrato quattro varietà: Eco Iasma 1, Eco Iasma 2, Eco Iasma 3 e Eco Iasma 4, tutte tolleranti alla botrite. Le 13 nuove varietà presentate, ha spiegato il selezionatore Tiziano Tomasi, “puntano a migliorare alcune caratteristiche come la resistenza alla botrite, l’intensità del colore, la qualità e la qualità dei polifenoli contenuti, i timbri aromatici, la quantità di acidità e il posticipo dell’epoca di raccolta. Queste ultime due caratteristiche sono in risposta ai mutamenti climatici”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli