02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
GRANDI VINI

Sassicaia, Tignanello, Masseto, Ornellaia e Solaia: i vini italiani più ricercati del mondo

L’ultimo aggiornamento della “Most Popular Italian Wine” di Wine-Searcher.com, uno dei più grandi portali per la ricerca di prezzi e quotazioni
MASSETO, ORNELLAIA, SASSICAIA, SOLAIA, TIGNANELLO, WINE SEARCHER, Italia
I vini italiani più cercati nel mondo secondo WineSearcher

Il Sassicaia della Tenuta San Guido, il Tignanello della Marchesi Antinori e il Masseto: ecco, nell’ordine, i vini italiani più ricercati al mondo, secondo la “Most Popular Italian Wine” di Wine-Searcher.com, la classifica di uno dei più importanti portali per la ricerca e la comparazione di vini del mondo, aggiornata a dicembre 2018. Tre vini-icona dell’Italia enoica, che guidano una “top 10” di grandi firme, tutte made in Toscana e Piemonte. A seguire il podio, infatti, c’è Ornellaia, altro vino di riferimento di Bolgheri, davanti al Solaia, ancora di Antinori.

Posizione n. 6 per il più celebre dei Barolo, ovvero il Monfortino Riserva di Giacomo Conterno, davanti al Chianti Classico Riserva di Castello di Volpaia. Al n. 8 ancora un nome simbolo del vino italiano, il Barbaresco di Gaja, davanti ad un’altra prima firma assoluta delle Langhe, Bartolo Mascarello, sempre con il Barolo, mentre la decima posizione è per il Brunello di Montalcino della Tenuta Greppo di Biondi Santi, la cantina che nell’Ottocento è stata la “culla” del grande rosso, e oggi di proprietà del gruppo francese Epi.
A seguire, nell’ordine, il Flaccianello delle Pieve di Fontodi, Le Pergole Torte di Montevertine, il Brunello di Montalcino Riserva della Tenuta Greppo di Biondi Santi, l’Amarone della Valpolicella di Quintarelli, il Brunello di Montalcino Tenuta Nuova di Casanova di Neri, e quello di Castello Banfi, e, ancora, nella top 10, l’Amarone della Valpolicella Classico di Bertani, il Brunello di Montalcino de Il Poggione, il Barolo Cascina Francia di Giacomo Conterno e, a chiudere la “top 20”, il Bolgheri Superiore Tenuta Guado al Tasso di Antinori.

E, curiosità, è firmato ancora dalla storica realtà toscana anche il primo vino bianco fermo italiano più ricercato, ovvero il Cervaro della Sala di Castello della Sala, tenuta umbra della famiglia, mentre se si parla di bollicine, il primo in classifica è il Trentodoc Giulio Ferrari Riserva del Fondatore di Ferrari.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli