02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Sette / Corriere Della Sera

Enologia - Facciamo solo vini da premio: quest’anno l’ambito riconoscimento di “Wine Spectator” è toccato all’Ornellaia prodotto da Lodovico. L’anno scorso al Solaia del fratello Piero. Ma la famiglia non finisce qui. E anche Ilaria ...

Calcisticamente parlando, è come se Pippo Inzaghi vincesse il Pallone d’oro e, l’anno dopo, il premio toccasse al fratello Simonte. Nel mondo del vino è successo davvero: la palma della bottiglia migliore, nel 2000 e nel 2001, è andata a due produttori toscani, due fratelli dal nome illustre, Lodovico e Piero Antinori, che però guidano due aziende assolutamente indipendenti. A stabilire il primato è stata la rivista più autorevole del settore, The Wine Spectator, che in vetta alla classifica dei top 100 vini mondiali ha piazzato l’Ornellaia ’98 di Lodovico, lì dove, nel 2000, stava il Solaia di Piero. Destino curioso, va detto, per due personaggi che vent’anni fa avevano imboccato strade diverse non senza qualche attrito. Piero – “più quadrato”, come si dice a Firenze – rimasto a capo dell’antica azienda di famiglia. Lodovico – “più estroso” in cerca di una nuova dimensione ecologica, meno legata ai grandi numeri della produzione. La separazione, nei primi anni ’80, venne sancita con la creazione, da parte di Lodovico, della futuribile cantina in cui nasce l’Ornellaia, a Bolgheri. E da una memorabile festa in loco, rammentata ancor oggi per l’estemporanea esibizione canora di Gloria Thurm und Taxis, ma anche per qualche previsione non esattamente ottimistica su un’avventura che pareva sproporzionata rispetto alle tradizioni della zona. Vent’anni dopo, invece, i due si ritrovano in testa al mondo. Con due vini che, in fondo, rispecchiando il loro carattere, stando al parere degli esperti: più austero il Solaia, più morbido l’Ornellaia. Va detto anche che il record potrebbe diventare ancor più clamoroso, con il terzo nome di famiglia iscritto nell’albo d’oro. Dopo il lungo distacco, infatti i due fratelli si stanno riavvicinando (proprio una festa da Piero ha celebrato la vittoria di Lodovico) e hanno in comune il progetto di un nuovo vino che coinvolgerà anche la sorella Ilaria. Le terre adatte sono già state individuate, sempre nella zona di Bolgheri, il nome ancora no. Sarà impossibile, però trovare la terza Antinori nella classifica di Wine Spectator dell’anno prossimo: perché queste nuove bottiglie entrino in commercio bisognerà aspettare almeno il 2005.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli