02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Slowfood.it

Un libro bianco sulla viticoltura ... Di fronte alle difficoltà che la filiera del vino sta attraversando in Francia, un gruppo di parlamentari ha reagito presentando al primo ministro Raffarin un Libro bianco sulla viticoltura, con cui viene ripensato il “ruolo del vino nella società” .

La Francia resta pur sempre il primo produttore di vino al mondo ma in conseguenza della concorrenza dei nuovi paesi produttori di vino e di un calo dei consumi, particolarmente marcato a livello nazionale, il settore della viticoltura si trova a dover affrontare più di un ostacolo.
I produttori transalpini puntano il dito contro le campagne del Governo per la lotta all'alcolismo e sulla sicurezza stradale che, secondo loro, hanno il grosso limite di non distinguere tra consumo eccessivo e consumo moderato, finendo per mettere in cattiva luce ogni tipo di bevanda alcolica, in modo assolutamente indiscriminato.

Campagne di questo genere sono giudicate dalle associazioni di produttori incompatibili con la promozione della viticoltura nazionale. Un gruppo di parlamentari ha raccolto il grido di allarme proveniente dalle campagne presentando al Governo un documento dove sono raccolte una serie di proposte per rilanciare l'immagine del vino francese in patria e all'estero.

Non un semplice cahier de doléance quindi, ma delle proposte concrete per delle politiche contro l'alcolismo che non danneggino l'immagine del vino e per delle iniziativa che informino sui benefici di un consumo moderato di vino ai fini della prevenzione di alcune malattie, eliminando ogni sovrapposizione abusiva tra il consumo dell'antica bevanda e quello di altri alcolici. Altro elemento su cui si insiste è quello dell'eccessivo peso che il fisco esercita sul settore. Il vino in Francia oggi è soggetto a una tassazione maggiore di qualunque altro alcolico, con grave nocumento per la sua competitività.

Il Libro bianco non è incentrato su questioni meramente tecniche ma si inserisce in una più ampia filosofia in base alla quale le tradizioni alimentari del paese vengono considerate un vero e proprio patrimonio da salvaguardare e l'idea forte contenuta al suo interno è quella di inserire, con la nuova legge per la modernizzazione agricola, un capitolo sulla viticoltura dove si dica a chiare lettere che il vino è un tratto tipico della cultura francese.

Fonte: Le Monde

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli