02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Style / Corriere Della Sera

Il vino ... Pico. Bianco. Puro. .. È nelle carte degli chef stellati. Da Milano a Parigi. Piccolo prezzo ma altissima qualità. Tutta naturale ... Già, Le vie del vino (Einaudi, 16 euro), il libro del regista americano Jonathan Nossiter. In quelle pagine scritte dall’autore del film Mondovino si parla di Angiolino Maule e del suo vino Fico prodotto con uve Garganega, una varietà autoctona nell’area del Soave. Una delle viè del vino, appunto. Quello naturale, che non accetta compromessi con la chimica e limita l’uso della solforosa. Nell’arco di dieci anni si è conquistato un posto in carta al ristorante di Carlo Cracco a Milano, al Vino di Enrico Bernardo a Parigi, al Covo di Cesare Benelli. Un simbolo della battaglia per la salubrità nel bicchiere. Maule veste i panni del crociato moderno: “Prima di tutto va riequilibrato il suolo. Il rame utilizzato in vigna per decenni lo ha modificato. Stesso discorso per lo zolfo”. Una logica che chiede tempo e forza per vincere anche gli scettici. “Non ci sentiamo cavalieri del naturale, ma ci battiamo per avere davvero vini del territorio. Non siamo i sovversivi della vigna, lavoriamo per una terra sana. Ci avviciniamo al giorno in cui la solforosa sparirà dal vino che beviamo. Per adesso siamo a 50 milligrammi al litro”.
Ottima prova se si considera che per i bianchi la quota è 200, 160 per i rossi. Maule è diventato il riferimento nel mondo dei vignaioli “naturali”. Il suo Pico è un bianco con sentori di frutta gialla, petalo di rosa, minerale. Lo ha reso famoso come VinNatur, l’associazione che rappresenta: “Sono 145 le aziende che collaborano, di nove Paesi, tutte certificate a zero pesticidi, e 65 a zero solforosa”. Tra le bottiglie - migliori, l’Aglianico de Il Cancelliere (www.ilcancelliere.it), la Malvasia di Camillo Donati (www.camillodonati.it), il Nebbiolo di Ferdinando Principiano (www.ferdinandoprincipiano.it), accanto a nomi noti come Stanislao Radikon (www.radikon.it) ed Elisabetta Foradori (www.elisabettaforadori.com). Da provare dal 6 aIl’8 aprile al Salone del natural wine a Villa La Favorita di Sarego (Vi,www.vinnatur.org).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli