02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Argiolas, Isola dei Nuraghi Igt Rosso Turriga 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Cannonau, Carignano, Bovale, Malvasia Nera
Bottiglie prodotte: 40.000
Prezzo allo scaffale: € 68,00
Proprietà: Franco e Giuseppe Argiolas
Enologo: Mariano Murru
Territorio: Isola dei Nuraghi

La Sardegna è forse l’ultimo dei territori dell’Italia vitivinicola che, specie nel recente passato, ha trovato una sua solida e precisa fisionomia, con etichette sempre più capaci di restituirne l’intima essenza mediterranea. Un percorso non privo di difficoltà, ma oggi ormai in grado di segnare la solida vocazione enologica dell’isola dei Nuraghi, solo preannunciata, in passato, da una serie di vini che ne hanno fatto la storia e sono diventati dei modelli. Tra questi, merita un posto d’onore il Turriga di Argiolas, prodotto per la prima volta nel 1988, un vino che ha costituito un vero e proprio spartiacque tra il prima e il dopo la sua diffusione. Ottenuto dalle uve dell'omonimo vigneto, situato in zona di Selegas, vicino a Piscina Trigus, il Turriga è un blend di uve locali (Cannonau, Carignano, Bovale e Malvasia Nera), che viene affinato per 18 mesi in barrique. Un “Super-Sardinia”, verrebbe da dire, parafrasando la fortunata formula adottata per gli Igt della Toscana. La versione 2016, possiede profumi rigogliosamente fruttati, da cui escono lampi di mirto e cenni affumicati e speziati. In bocca, il vino ha struttura solida e serrata, ma il sorso trova anche ritmo e succosità, congedandosi con un finale lungo e fruttato, dai ritorni tostati e speziati. L’azienda con sede a Serdiana, nel cagliaritano, coltiva 230 ettari di vigneto da cui escono in media 2.300.000 bottiglie all’anno.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli