02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Banfi, Docg Brunello di Montalcino Castello Banfi 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 580.000
Prezzo allo scaffale: € 32,00
Azienda: Banfi
Proprietà: famiglia Mariani
Enologo: Gabriele Pazzaglia
Territorio: Montalcino

La storia di quella che può essere considerata come una delle cantine più famose del Bel Paese ha inizio nel 1978, quando la famiglia italo-americana Mariani dette vita a Montalcino ad un progetto su larga scala, seguito tecnicamente da Ezio Rivella. Un approccio innovativo per quei tempi, che non solo realizzò in Italia una delle aziende viticole più moderne, ma contribuì in modo non secondario al successo del Brunello. Castello Banfi è stato infatti un modello unico, capace di raccontare sia negli Stati Uniti che al mondo intero i vini di Montalcino nella loro accezione più moderna. Oggi la tenuta si estende per ben 2.830 ettari complessivi, coltivati per circa un terzo a vigneto e per il resto occupati da oliveti e altre coltivazioni, per esempio la prugna e i cereali, che ne fanno un’impresa agricola a tutto tondo. Dalla cantina di Sant'Angelo Scalo escono anche le etichette di altre denominazioni della Toscana (l’azienda possiede 40 ettari di vigneto a Castellina in Chianti, nel Chianti Classico, 5 ettari a Bolgheri) e Banfi è anche distributore di etichette importanti oltre ad essere proprietaria, dal 1979, della casa vinicola piemontese Bruzzone. Il Brunello di Montalcino 2015 è da considerarsi un classico della produzione Banfi. Al naso si esprime con un fruttato scuro ben assecondato da tocchi di liquirizia e tabacco. In bocca, è caldo e intenso, dal sorso scorrevole e godibile.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli