02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Banfi Piemonte, Docg Brachetto d'Acqui Rosa Regale 2018

Vendemmia: 2018
Uvaggio: Brachetto
Bottiglie prodotte: 550.000
Prezzo allo scaffale: € 10,50
Azienda: Castello Banfi
Proprietà: famiglia Mariani
Enologo: Alberto Lazzarino
Territorio: Acqui

Faremmo un errore se continuassimo a pensare Banfi come una realtà produttiva, seppure la più grande per dimensioni (2.830 ettari a vigneto), esclusivamente dedita alla produzione dei vini di Montalcino con il marchio Castello Banfi. Non solo perché dalla cantina di Sant'Angelo Scalo escono anche le etichette di quasi tutte le denominazioni più importanti della Toscana (40 ettari di vigneto a Castellina in Chianti, nel Chianti Classico, 5 ettari a Bolgheri) e non solo perché Banfi è anche distributore di etichette importanti (due nomi su tutti, Faro Palari e lo Champagne Joseph Perrier) ma anche perché l'azienda a proprietà statunitense possiede, dal 1979, la casa vinicola piemontese Bruzzone. La tenuta si estende tra i comuni di Novi Ligure e di Acqui, con 46 coltivati a vigneto, ed è da qui che arriva il Brachetto d'Acqui Rosa Regale, oggetto del nostro assaggio. Si tratta di un vino dalla storia antica ma, nel recente passato, tendenzialmente dimenticato. L'attuale trend che vede i vini mossi sempre più protagonisti della produzione enoica nazionale, ha rivalutato anche il Brachetto. Il Rosa Regale 2018 possiede perlage continuo e abbastanza fine. Al naso profuma di confettura di fragole e rosa, muschio ed erbe aromatiche. Immediatamente godibile in bocca, è giustamente dolce, fragrante e con impercettibili tannini, chiudendo su note sapide e contrastate, che tornano fruttate.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli