02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Bellavista, Docg Franciacorta Brut Satèn 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Chardonnay
Bottiglie prodotte: 82.000
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Proprietà: Francesca Moretti
Enologo: Mattia Vezzola
Territorio: Franciacorta

Deve molto la Franciacorta a Bellavista e a Vittorio Moretti imprenditore edile di successo con la passione per il vino, a capo della holding Terra Moretti (che si muove in diversi contesti enoici da Contadi Castaldi sempre in Franciacorta, da La Badiola a Teruzzi, da Sella & Mosca a Petra). La maison Bellavista rappresenta, infatti, e a pieno titolo, insieme a Ca’ del Bosco, la realtà più importante di questa zona di produzione vitivinicola, che è riuscita a sfidare con successo le migliori produzioni di bollicine del mondo. Dal 1977, anno della sua fondazione, Bellavista non solo è diventata l’azienda più grande di Franciacorta con i suoi 190 ettari vitati (per una produzione in bottiglie di 1.400.000 di pezzi), ma ha anche “rispettato”, diciamo così, il destino contenuto nel suo nome. Difficile, infatti, non restare colpiti dalla bellezza della collina su cui sorge - e a cui deve il nome - come da quella della sua cantina. Nelle vesti di moderno mecenate del secondo millennio, Vittorio Moretti ha così saputo ricostituire quella antica affinità elettiva fra “bello” e “buono”, producendo vini “conseguenti”. Il Brut Satèn 2015, oggetto del nostro assaggio, ha profilo corposo e raffinato ed è affinato per 60 mesi sui lieviti. I profumi sono ricchi ed esuberanti, richiamano la frutta esotica, gli agrumi, la crosta di pane e la nocciola. Il sorso è cremoso, fresco e intenso, nitido ed elegante.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli