02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Biondi Santi, Docg Brunello di Montalcino 2011

Vendemmia: 2011
Uvaggio: Sangiovese
Prezzo allo scaffale: € 150,00
Proprietà: Gruppo Epi
Enologo: Federico Radi
Territorio: Montalcino

Il Brunello di Montalcino 2011, rigorosamente maturato in legno grande per tre anni, possiede naso ampio e classicheggiante, alternando piccoli frutti rossi maturi, rosa appassita, tocchi tostati, cenni di sottobosco, ricordi agrumati e note di pietra focaia. In bocca, il sorso attacca caldo e al contempo sapido, con il tannino giustamente nervoso e l’articolazione fruttata ancora aperta e polposa con la fragranza acida ad incalzarla, fino ad un finale ancora su note sapide e agrumate. Biondi Santi: un mito, uno dei pochi del Bel Paese enoico. Un punto di riferimento solido tra i rari, su cui non c’è davvero bisogno di discutere. Un luogo, la cantina avvolta dai cipressi e dall’edera, i vigneti antichi, una serie di etichette diverse ma al contempo uguali a sé stesse, anche se i protagonisti sono cambiati (oggi l’azienda è di proprietà della holding francese Epi Group). In poche parole, la più celebre cantina di Montalcino, proiettata a ricoprire il suo ruolo “naturale”, lo status definitivo di griffe mondiale, preservando tutte le chiavi filosofiche e stilistiche che hanno reso leggendari i Sangiovese del Greppo. Addirittura ulteriormente amplificate, con posticipazione, per esempio, dell’uscita dei Brunello, delle Riserva e del Rosso di Montalcino, a sottolineare ancora che il tempo è sempre galantuomo e che la natura si integra bene con l’opera dell’uomo solo con molta pazienza.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli