Slow Wine 2024
Allegrini 2024

Canevel, Docg Valdobbiadene Brut Campofalco Biologico 2022

Vendemmia: 2022
Uvaggio: Glera, Verdiso
Bottiglie prodotte: 15.000
Prezzo allo scaffale: € 15,00
Proprietà: Gruppo Masi
Enologo: staff tecnico aziendale
Territorio: Valdobbiadene

Il vigneto da cui deriva il Campofalco di Canevel si chiamo Monfalcon ed è l’unico a conduzione biologica dell’azienda: grande 2,5 ettari, si trova fra i 300 e i 400 metri di altezza a ripida pendenza (tipico delle rive scoscese del territorio di Conegliano Valdobbiadene) ed è composto da suolo calcareo e molto arido (proprio per via della pendenza: l’acqua scorre e non penetra nel suolo). Qui crescono la Glera e il Verdiso che compongono lo spumante, i cui grappoli in cantina vengono pressati delicatamente, il loro mosto fermentato a bassa temperatura in acciaio per 20-25 giorni e poi spumantizzato lentamente per ottenere cremosità e bollicine fini. Il sapore del Campofalco Bio 2022 è quello che ci si aspetta: fiori di acacia, mela verde e pera succosa, un accenno erbaceo e vinoso che si ritrova anche in bocca, enfatizzato dall’anidride carbonica. Il sorso è fresco, asprigno e leggermente amaricante, che chiude su toni chiari di fiori e mandorla bianca. Tutte le 7 etichette registrate sotto la Docg provengono dai 26 ettari di vigna di proprietà (mentre le Doc derivano dai conferitori d’uva dall’azienda), che si sono costruiti a partire dal 1979, anno in cui Mario Caramel ha fondato Canevel Spumanti, sulla collina di San Biagio. La “piccola cantina” (significato di Canevel nel dialetto locale) nel tempo è cresciuta: oggi produce 1,3 milioni di bottiglie ed è parte del Gruppo Masi al 60% dal 2016.

(ns)

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli