02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Cantine Matrone, Doc Lacryma Christi del Vesuvio Territorio de' Matroni 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Caprettone, Falanghina
Bottiglie prodotte: 4.800
Prezzo allo scaffale: € 15,00
Azienda: Cantine Matrone
Proprietà: Cantine Matrone
Enologo: Andrea Matrone
Territorio: Vesuvio

Andrea e Francesco Matrone sono due "vesuviani". Che non vuol dire solo abitare e lavorare alle falde del Vesuvio - a Boscotrecase - ma credere in un terroir che, pur storicamente vocato alla viticoltura, ancora fa fatica a comunicare un'dentità nel panorama enologico italiano. Fare vino sul vulcano significa anche prendersi cura del Vesuvio, un Parco Nazionale troppo spesso oggetto di scempio. Qui il viticoltore diventa anche sentinella e Andrea Matrone, anche enologo della cantina, assicura che le cose stanno cambiando, grazie anche a un consorzio rinnovato nella passione e nelle intenzioni. Solo due etichette, un Lacryma Christi Rosso e un Lacryma Christi Bianco per non più di 10mila bottiglie. Qui parliamo del bianco, da uve Caprettone in prevalenza e una piccola percentuale di Falanghina. Un'annata fresca, anche piuttosto piovosa, che ha dato un vino più da bocca che da naso. Se questo non colpisce per l'intensità dei profumi - ma l'uva Caprettone è piuttosto neutra - è alla beva che racconta il posto da cui proviene: minerale, salato, acidità spiccata, un finale da mandorla amara. Il colore poi ricorda quello della ginestra, un giallo intenso dovuto alla macerazione effettuata con rapidi rimontaggi. Per ora si lavora su due ettari, ma l'azienda vuole crescere e il resto del vigneto verrà piantato ad alberello. Chissà che il Vesuvio non diventi il nuovo Etna...

 

(Francesca Ciancio)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli