02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Castello Romitorio, Docg Brunello di Montalcino Riserva 2013

Vendemmia: 2013
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 700
Prezzo allo scaffale: € 105,00
Proprietà: Alessandro Chia
Enologo: Stefano Martini
Territorio: Montalcino

Un luogo votato al bello. Intanto perché il Castello, ex fortezza del XII secolo, è stupendo sul piano naturale e storico. E poi perché la proprietà è dalla metà degli anni ’80 in mano all’artista Sandro Chia, capace di un celere e mirabile restauro e della messa a dimora di nuove vigne nei terreni da tempo incolti. Una realtà produttiva legata ad un grande nome fuori dal mondo del vino, come non è infrequente trovare tra le colline di Montalcino. Oggi l’azienda conta su 30 ettari a vigneto per una produzione annua di 150.000 bottiglie - a cui si affianca anche la proprietà, dal 1999, di podere Ghiaccio Forte in Maremma, 13 ettari a vigneto - ed è condotta dal figlio dell’artista Filippo e da Stefano Martini, figlio dello storico cantiniere del Romitorio Franco. I vini hanno uno stile ben definito e sobriamente moderno, a svelare il carattere più ammaliante e robusto del Sangiovese di Montalcino, dall’impatto aromatico intenso e dal gusto avvolgente e contrastato. Elementi che si ritrovano tutti nel Brunello di Montalcino Riserva 2013, oggetto del nostro assaggio. Un vino che propone profumi di frutta rossa fragrante accanto a cenni di erbe aromatiche e tocchi leggeri affumicati e speziati. In bocca, lo sviluppo è potente e serrato, ma è il nerbo salino più che il volume estrattivo a farla da padrone, lasciando continuità e ritmo al sorso che si congeda con ritorni fruttati e balsamici.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli