02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
I 400 ANNI DI CHÂTEAU LAFAURIE

Château Lafaurie-Peyraguey festeggia 400 anni con una botte di cristallo a dimensione naturale

La maison di Bordeaux, di Silvio Denz, ospiterà la speciale botte da 225 litri e realizzata dalla cristalleria Lalique, anch’essa di proprietà di Denz
BOTTE DI CRISTALLO, LALIQUE, Mondo
Château Lafaurie-Peyraguey festeggia 400 anni con una botte di cristallo

Abitualmente gli anniversari delle case vinicole di tutto il mondo si festeggiano con bottiglie limited edition, collezioni firmate, annate inedite o bottiglie uniche: per festeggiare i 400 anni dalla nascita di una maison però, niente di tutto ciò basterebbe. E allora Château Lafaurie-Peyraguey, prestigiosa e antica griffe di Bordeaux, ha alzato decisamente il tiro, dedicando ai quattro secoli di storia nel mondo enoico con niente meno che una botte di cristallo, a dimensione naturale e completa di tutti i dettagli di una vera botte da vino. Prodotta dalla famosa griffe del vetro di qualità Lalique, è un’esatta replica di una botte da ben 225 litri, che come una vera botte è piena di vino, il Sauternes, fiore all’occhiello della produzione dello château. Ci sono voluti ben 2 anni per ultimarla, e resterà esposta al castello per celebrare l’incredibile compleanno, in mostra insieme ad un altro pezzo unico, una bottiglia da 6 litri sempre fatta di cristallo.

Ma cosa c’è dietro al legame tra vino e cristallo di lusso? Semplice, un uomo, ovvero Silvio Denz, imprenditore svizzero di origini italiane, proprietario della Lalique e di Château Lafaurie-Peyraguey, simbolo delle sue grandi passioni, l’arte della cristalleria e i grandi vini, entrambi facenti parte del mondo dei prodotti d’alta qualità. “Questo straordinario pezzo, realizzato nello stabilimento di Lalique - ha commentato proprio Silvio Denz - mette in mostra le eccezionali capacità e il know-how dei nostri maestri vetrai e gli standard di eccellenza per i quali ci impegniamo. L’alleanza tra Lalique e Château Lafaurie-Peyraguey è un matrimonio tra savoir-faire e savoir-vivre francese, una fusione tra l’oro di Sauternes e il cristallo d’Alsazia”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli