02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Di Meo, Docg Fiano di Avellino Erminia 2003

Vendemmia: 2003
Uvaggio: Fiano
Bottiglie prodotte: 4.500
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Proprietà: famiglia Di Meo
Enologo: Roberto Di Meo
Territorio: Irpinia

Passione per l’arte, espressa in mille modi (lo splendido calendario annuale, prova editoriale colta e raffinata; la dedica in etichetta del Taurasi Riserva a uno dei tesori celati per secoli nella terra campana che nutre le vigne: il Vaso Blu, I secolo, emerso dai resti della Villa delle Colonne). E, ovviamente, passione immensa per le gemme enoiche che l’Irpinia sa donare a partire dalle sue preziose uve. Con un anello di giunzione tra i due amori: il tempo. Resistono al tempo, che anzi li rende ancora più preziosi, i grandi vini come le prove d’artista. E “Tempo” allora si chiama la linea di speciali Riserve firmata Di Meo. Il Fiano Erminia, dedicato da Roberto, il “pilota”, a una sorella che non c’è più, è la tessera inaugurale del mosaico di cui fanno parte altri due Fiano, l’Alessandra (ora in edizione 2012), il Colle dei Cerri (2007), il Greco di Tufo Vittorio (stessa annata) e l’Aglianico IGT Don Generoso (un 2010), tutti, salvo il toponimo Cerri, dedicati a membri della famiglia. Ma l’Erminia è insieme prototipo e limite estremo: figlio di singola vigna annessa alla cantina di Salza, affina (senza veder legno) per almeno 10 anni, con successiva sosta in bottiglia prima della commercializzazione. Oggi si beve il 2003... solare e complesso, suadente e incisivo, nobile sunto di tutti i caratteri di terra e varietà, incluse le tipiche sfumature delicatamente ‘nocciolate’.

 

(Antonio Paolini)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli