02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Donnafugata, Doc Sicilia Contessa Entellina Chardonnay Chiarandà 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Chardonnay
Bottiglie prodotte: 30.000
Prezzo allo scaffale: € 25,00
Proprietà: famiglia Rallo
Enologo: Antonio Rallo, Stefano Valla, Antonio Santoro
Territorio: Sicilia

Affinato sulle fecce per 8 mesi, parte in barrique di secondo passaggio e parte in cemento, lo Chardonnay in purezza Chiarandà, uscito per la prima volta con l’annata 1992, è un bianco che strizza l’occhio allo stile francese in fatto di produzione bianchista. La versione 2016 possiede un bagaglio aromatico ricco e sfaccettato che si muove tra profumi di pesca matura, fiori di ginestra, tocchi di nocciola, spezie e burro. In bocca, il sorso è morbido, denso e intenso, con rimandi tendenzialmente sapidi e finale persistente, che torna su tonalità fruttate e speziate. Dall’areale del Cerasuolo di Vittoria all’Etna, da Marsala e Contessa Entellina a Pantelleria, l’articolato mosaico enoico di Donnafugata con sede a Marsala, praticamente, abbraccia i migliori terroir dell’isola, interpretando con etichette generose e raffinate la variopinta tavolozza dei colori dei vini siciliani. Oggi l’azienda, guidata da Antonio e José Rallo, conta su 405 ettari a vigneto per una produzione di 2.500.000 bottiglie e gode di un prestigio interno quanto internazionale solido e riconosciuto. Un percorso virtuoso e di grande respiro avviato dal padre Giacomo Rallo, purtroppo da poco scomparso, lungimirante imprenditore del vino, pioniere sotto molti aspetti, che ha saputo indicare una strada nuova a tutta l’enologia e la viticoltura siciliana, conciliando tradizione e innovazione, rispetto per la terra e valori etici.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli