02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Eisacktaler Kellerei, Doc Alto Adige Valle Isarco Sylvaner Aristos 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Sylvaner
Bottiglie prodotte: 25.000
Prezzo allo scaffale: € 17,00
Proprietà: cooperativa di soci produttori
Enologo: Hannes Munter, Riccardo Cotarella
Territorio: Alto Adige

È la cantina sociale più a nord del territorio viticolo italiano, la più piccola dell'Alto Adige e pure la più giovane: fondata nel 1961 da 24 famiglie (oggi conta su 150 ettari vitati condotti da 135 famiglie), quest'anno festeggia 60 anni e lo fa rinnovando il logo, cercando di aumentare il 15% di mercato estero e chiamando a rapporto Riccardo Cotarella. L'intento è quello di cercare di migliorare vini già tecnicamente notevoli e, perché no, puntare a qualche sperimentazione, che la cooperativa sogna da qualche tempo. La materia prima è preziosa, eredità vinicola antichissima che risale al 500 a.c.: vigne fra i 500 e i 950 metri s.l.m. esposte a sud, pendenze scoscese governate da terrazzamenti, lavorazioni a mano, terreni leggeri e poveri di eredità glaciale o da sedimenti fluviali. La produzione è in massima parte incentrata sui vitigni a bacca bianca, fra cui spiccano Kerner e Sylvaner (gli unici due Cru provenienti dai vigneti del monastero Sabiona). Declinati in 3 etichette diverse - annata, Aristos e Sabiona - sono il risultato di differenti rese e quindi struttura del grappolo, che permettono estrazioni differenziate. Il Sylvaner Aristos fermenta per metà in botti di acacia e per metà in acciaio e ci sembra la declinazione più equilibrata per questo vitigno, che dal 2019 riesce ad alternare dolcezza e sapidità in un sorso generoso, regalando aromi intensi di mela, mandorla fresca, agrumi, fiori di sambuco, erbe medicinali.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli